Gallipoli, sequestro droga nuovo tipo

SANNICOLA - Scoperto un nuovo tipo di sostanza supefacente, portata in Salento da un milanese di 34 anni che i carabinieri avevano bloccato per il furto di un piccolo frigorifero dalla stanza di un bed and breakfast di cui era stato ospite a Sannicola. La sostanza, rivelatasi a tutti gli effetti droga, è però ancora ufficialmente sconosciuta tanto da non essere ancora presente negli elenchi ad aggiornamento semestrale del Ministero della Salute.

Controlli dei carabinieri

SANNICOLA - Scoperto un nuovo tipo di sostanza supefacente, portata in Salento da un milanese di 34 anni che i carabinieri avevano bloccato per il furto di un piccolo frigorifero dalla stanza di un bed and breakfast di cui era stato ospite a Sannicola. La sostanza, rivelatasi a tutti gli effetti droga, è però ancora ufficialmente sconosciuta tanto da non essere ancora presente negli elenchi ad aggiornamento semestrale del Ministero della Salute.

E' accaduto nella giornata di ieri. I carabinieri della stazione di Sannicola, un centro nell'interno della costa a nord di Gallipoli - il più affollato dei crocevia del turismo salentino - denunciavano in stato di libertà, per furto aggravato e detenzione ai fini di spaccio, un 34enne milanese, in zona ufficialmente per lavoro. Questa persona veniva rintracciata e fermata da una pattglia non lontano dal bed and breakfast in cui sino a poco prima aveva soggiornato, ma portandosi via al momento della partenza un frigo portatile di cui era dotata la stanza.

Il proprietario si era accorto del furto ed aveva chiesto l'intervento dei carabinieri i quali, già presenti in zona per le ordinarie attività di controllo, rintracciavano il 34enne e ne perquisivano la vettura. All’interno dell'auto i militari recuperavano e restituivano al legittimo proprietario il frigorifero poco prima asportato, ma trovavano anche 4 grammi di una sostanza cristallina e materiale materiale da confezionamento. Il milanese veniva portato in caserma e tratteuto in attesa sia delle analisi di laboratorio sulla sostanza, che delle decisioni del pm di turno alla procura di Lecce.

Alla fine dal Laboratorio analisi di Taranto del Nas, arrivava la notizia che ciò che era stato rinvenuto e sottoposto a sequestro era stupefacente, ma di nuova generazione e non ancora inserito negli elenchi semestrali redatti dal Ministero della Salute, atto formale indispensabile - spiegano i carabinieri - per conferire la punibilità per il possesso di una determinata sostanza. Sono state attivate le procedure al fine di far inserire tale nuova sostanza negli elenchi del Ministero. Il giovane denunciato veniva proposto per il foglio di via obbligatorio dal Comune di Sannicola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, App di un brindisino emigrato a Londra dopo la laurea

  • Scontro fra auto e bici: muore infermiera, un arresto per omicidio stradale

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Ospedale Perrino, l'oncologa Palma Fedele premiata per empatia con le pazienti

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento