menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un installatore di impianti clima

Un installatore di impianti clima

Gas serra, concessa la proroga

BRINDISI – Le piccole e medie imprese artigiane del settore frigo-clima-lavatrici hanno ottenuto dal governo la proroga di 60 giorni.

BRINDISI - Le piccole e medie imprese artigiane del settore frigo-clima-lavatrici hanno ottenuto dal governo la proroga di 60 giorni per adeguarsi alla normativa sui gas serra. Lo annuncia la Cna, Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa, che esprime soddisfazione per la decisione contenuta in decreto direttoriale del Ministero dell'Ambiente.

"Ciò consentirà agli imprenditori che installano, riparano e fanno la manutenzione di apparecchiature contenenti gas serra (pompe di calore, gruppi frigoriferi, condizionatori d'aria, lavatrici industriali, climatizzatori in abitazioni e su auto) di potersi iscriversi al Registro nazionale dei gas fluorurati e ottenere il certificato o l'attestato che li abilita ad operare, come previsto dal Dpr 43/2012", dice la Cna.

Il Ministero dell'Ambiente, sottolinea la Cna, "ha compreso le sollecitazioni delle organizzazioni datoriali e le enormi difficoltà di 200.000 installatori di impianti e autoriparatori che dal 12 aprile rischiavano di trovarsi senza lavoro oppure di dover operare fuori legge a causa dell'impossibilità di iscriversi al Registro e ottenere la certificazione necessaria per operare. I 60 giorni di tempo previsti per iscriversi al Registro si sono infatti rivelati, però, così come avevamo previsto, troppo pochi per consentire al sistema delle Camere di Commercio, che gestisce la registrazione e il rilascio dei certificati, di smaltire l'enorme mole di richieste di iscrizione".

Tuttavia la proroga di due mesi rispetto alla scadenza del 12 aprile non basta: "Pur apprezzando lo sforzo prodotto attraverso questo provvedimento dal Ministero, riteniamo tuttavia, necessari ulteriori interventi per restringere il campo di applicazione del Dpr 43/2012, cosi da dare il tempo necessario per poter promuovere la formazione delle diverse centinaia di operatori interessati, oltre che per alleggerire gli oneri burocratici e le sanzioni a carico delle imprese", rileva la confederazione.

Presso la Cna di Brindisi rimane attivo lo Sportello dedicato agli operatori interessati per l'iscrizione al registro nazionale, per ulteriori informazioni ci si potrà rivolgere a Giuseppe Marsico e/o Piero Pugliese tel. 0831/511625 email pugliese@cnabrindisi.com, marsico@cnabrindisi.com

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento