menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il comando provinciale carabinieri di Brindisi

Il comando provinciale carabinieri di Brindisi

Getta la dosi di coca ma viene bloccata

BRINDISI – All'arrivo dei carabinieri ha tentato di disfarsi di alcune dosi di cocaina gettandole in un pozzo-luce di pertinenza della palazzina dove vive.

BRINDISI - All'arrivo dei carabinieri ha tentato di disfarsi di alcune dosi di cocaina gettandole in un pozzo-luce di pertinenza della palazzina dove vive (in via Benvenuto Cellini al quartiere Sant'Elia), ma questo non è servito a evitarle l'arresto. In manette, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nel pomeriggio di ieri è finita la 48enne brindisina Chiara Ostuni, disoccupata, già nota alle forze dell'ordine.

È stata trovata in possesso di 3,4 grammi di cocaina suddivisa in sei dosi. All'arrivo dei carabinieri, l'arresto è stato operato dai militari del Norm della compagnia di Brindisi diretta dal maggiore Cristiano Tomassini, la donna al momento della perquisizione era sola in casa ma con lei vive il figlio minorenne che è arrivato proprio quando i militari stavano rivoltando le camere dell'abitazione.

L'arresto della 48enne rientra in una serie di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno dell'uso e spaccio della droga che i carabinieri del Brindisino stanno effettuando ormai giornalmente. Chiara Ostuni, su disposizione del pubblico ministero di turno Manuela Pellerino, è stata riportata presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento