Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Via Giuseppe Mazzini

Già abbattuto uno dei paletti "salva pedoni", installati in una via del centro

Per due giorni consecutivi due automobilisti hanno perso il controllo del veicolo che conducevano e sono andati a sbattere contro il primo dei paletti "salva pedoni" installati da qualche settimana in via Mazzini all'altezza del civico 5 a San Pietro Vernotico

SAN PIETRO VERNOTICO – Per due giorni consecutivi due automobilisti hanno perso il controllo del veicolo che conducevano e sono andati a sbattere contro il primo dei paletti “salva pedoni” installati da qualche settimana in via Mazzini all’altezza del civico 5 a San Pietro Vernotico. È accaduto in pieno giorno (domenica 13 e lunedì 14 marzo) e l’incidente ha suscitato rabbia e preoccupazione tra i residenti, specie perché in quella strada vivono molti bambini e un diversamente abile, oltre che anziani. Si tratta di una via molto trafficata che attraversa il centro del paese, stretta e caratterizzata da un asfalto dissestato e quindi pericoloso. È vicina a una delle scuole elementari. Dovrebbe essere percorsa a velocità moderata invece le auto sfrecciano come se si trovassero in un autodromo. Lo testimoniano numerosi incidenti che si sono verificati nel tempo anche i due degli ultimi giorni.

Domenica 13 marzo, intorno alle 14, un’auto ha divelto il primo  paletto dileguandosi subito dopo “sempre ad paletti via mazzini1-2altissima velocità” spiega un residente che ha voluto inviare una nota agli organi di informazione per rendere pubblica una situazione di pericolo che chi vive nella zona non è più disposto a sopportare “Non si vuole pensare a quello che sarebbe potuto accadere se in quel momento stesse transitando un pedone nel medesimo punto. Il vicinato ha avuto solo il tempo di affacciarsi sulla strada dopo l'urto avvertito nelle relative abitazioni. Il birillo divelto, sistemato alla meno peggio in modo provvisorio, subito dopo l'accaduto è stato oggetto di un ulteriore urto, provocato da un'altra auto che sfrecciava nello stesso punto, e che lo ha definitivamente reso inservibile”.

E’ accaduto attorno alle ore 8.30 del giorno successivo “proprio nell’orario di accesso dei bambini a scuola che transitano per quella strada quotidianamente”. I residenti, che conoscono bene la strada e le abitudini degli automobilisti non sono convinti che solo i paletti “salva pedoni” possano scongiurare incidenti e salvaguardare l’incolumità dei pedoni. Le auto sfrecciano come se nulla fosse, il restringimento della carreggiata a nulla serve per invitare i guidatori alla prudenza.

“All’amministrazione è stata segnalata diverse volte nel corso degli anni, l'opportunità di apporre appositi dossi dissuasori di velocità in via Mazzini nonché la bontà di istallare dei birilli in metallo che possano meglio assorbire l'urto di un negligente automobilista e quindi salvare la vita dello sfortunato pedone che in quel momento dovesse trovarsi per strada. L'accaduto è particolarmente rilevante perché nelle immediate vicinanze della pista pedonabile è residente un disabile, persone anziane e diversi bambini che quotidianamente percorrono la strada, specie all'orario dell'uscita di scuola. Negli anni passati in quello stesso punto si sono verificati diversi incidenti che hanno coinvolto le automobili in uscita dagli strettissimi vicoli prospicenti ed un pedone”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Già abbattuto uno dei paletti "salva pedoni", installati in una via del centro

BrindisiReport è in caricamento