rotate-mobile
Cronaca

"Giallo" al Monumento, sul ferito lesioni da caduta e non da percosse

BRINDISI - Si va delineando meglio lo scenario della vicenda con al centro il 47enne Claudio Critelli, trovato in coma sul piazzale del Monumento al marinaio nella prima serata di ieri da un gruppo di giovani. Critelli non sarebbe stato picchiato, ma le sue sembrano lesioni da caduta. In sostanza, l'uomo sarebbe precipitato da uno dei belvedere che fanno da cornice al gigantesco timone.

BRINDISI - Si va delineando meglio lo scenario della vicenda con al centro il 47enne Claudio Critelli, trovato in coma sul piazzale del Monumento al marinaio nella prima serata di ieri da un gruppo di giovani. Critelli non sarebbe stato picchiato, ma le sue sembrano lesioni da caduta. In sostanza, l'uomo sarebbe precipitato da uno dei belvedere che fanno da cornice al gigantesco timone.

Una caduta rovinosa, da 8-10 metri di altezza sul granito del piazzale. Un miracolo che Critelli non sia morto sul colpo, allora. Ma se da un lato ai medici che stanno seguendo il caso, sia dal punto di vista forense che da quello clinico, le lesioni sembrano frutto dell'impatto con la pavimentazione del piazzale, non è ancora chiaro se Critelli si sia lanciato nel vuoto volontariamente o se sia stato vittima invece di un gravissimo episodio di violenza. Questo potrà dirlo solo lui, quando riprenderà conoscenza.

Al momento Claudio Critelli resta in prognosi riservata nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Antonio Perrino. L'uomo ha alle spalle una storia difficile. E' noto come "l'Egiziano", si dice abbia avuto anche un'esperienza da travestito a Firenze, e non è escluso che esista un collegamento tra l'episodio di ieri e il tentativo di rapina della scorsa settimana ad un trans latino-americano (che è riuscito a liberarsi degli aggressori) alla Sciaia. Indagano i carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Giallo" al Monumento, sul ferito lesioni da caduta e non da percosse

BrindisiReport è in caricamento