menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Rossini a S.Pancrazio Salentino (Giorgio D'Aria)

Via Rossini a S.Pancrazio Salentino (Giorgio D'Aria)

Giallo S.Pancrazio, ferito sempre grave

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Versa ancora in gravissime condizioni il 47enne di San Pancrazio Salentino, Raffaele Angelo Taurino, rimasto ferito ieri sera da un colpo di pistola fabbricata artigianalmente alla gola. L'uomo per tutta la notte è stato sul tavolo operatorio, i medici del reparto di neurochirurgia dell'ospedale Perrino di Brindisi gli hanno estratto numerosi frammenti metallici. Il proiettile è entrato dalla gola e uscito all'altezza della tempia sinistra ma non avrebbe causato danni gravi al cervello. Taurino è in coma nel reparto di rianimazione.

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Versa ancora in gravissime condizioni il 47enne di San Pancrazio Salentino, Raffaele Angelo Taurino, rimasto ferito ieri sera da un colpo di pistola fabbricata artigianalmente alla gola. L'uomo per tutta la notte è stato sul tavolo operatorio, i medici del reparto di neurochirurgia dell'ospedale Perrino di Brindisi gli hanno estratto numerosi frammenti metallici. Il proiettile è entrato dalla gola e uscito all'altezza della tempia sinistra ma non avrebbe causato danni gravi al cervello. Taurino è in coma nel reparto di rianimazione.

I carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Francavilla Fontana insieme ai colleghi della stazione di San Pancrazio sono a lavoro da ieri sera per cercare di ricostruire la dinamica della vicenda. Al momento quello che è accaduto poco prima delle venti di ieri in via Rossini, nell'abitazione del 47enne, ex metalmeccanico, separato e padre di tre figli, non è chiaro. Gli investigatori non escludono alcuna ipotesi: si segue la pista del suicidio, quella dell'incidente (potrebbe essere che il colpo sia partito accidentalmente) ma anche quella di un tentato omicidio.

Ci sono ancora molti punti oscuri. Questa mattina gli uomini del Reparto investigativo scientifico hanno eseguito alcuni rilievi presso la sua abitazione per cercare eventuali tracce di altre persone coinvolte. È stato lo stesso Taurino ieri sera a chiamare il 118, dopo essere rimasto ferito. Prima dell'arrivo dei soccorsi e di perdere conoscenza ha anche avuto il tempo di riporre nella cassetta di sicurezza l'arma che lo aveva ferito.

C'è voluto del tempo prima che i carabinieri la trovassero. Si trattava di un 'congegno artigianale' (così lo hanno definito gli investigatori) più o meno simile a una pistola. L'arma è stata sequestrata e verrà sottoposta a tutte le perizie del caso. Raffaele Angelo Taurino sarebbe un appassionato di armi e di caccia. Possedeva numerosi fucili e pistole anche a scopo collezionistico ma la licenza gli era stata revocata qualche tempo fa perché trovato in possesso di un fucile regolarmente detenuto ma modificato. Fu denunciato per porto abusivo di armi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento