Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Penultimi come lettori. Almeno festeggiamo la Giornata del Libro Unesco

La Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore” è stata istituita dall’Unesco dal 1996 per promuovere la lettura, la diffusione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright

BRINDISI - “La Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore” è stata istituita dall’Unesco dal 1996 per promuovere la lettura, la diffusione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright. L’obiettivo prefisso è quello di incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e a valorizzare il contributo che gli Autori danno al progresso sociale e culturale dell’Umanità. E’ stata scelta la data del 23 aprile in quanto è il giorno del 1616 in cui sono scomparsi tre importanti scrittori: De Cervantes – spagnolo, Shakespeare – inglese e De la Vega – peruviano Inca.

Il Club Unesco Brindisi, per la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore organizza un incontro presso il Museo Provinciale in piazza Duomo Giovedì 23 aprile alle ore 18 dal titolo : “Per Libri e per Scritture. Una passeggiata nella Storia”. Saranno relatrici Katiuscia Di Rocco direttrice Biblioteca Arcivescovile A. De Leo e Rosa Martucci bibliotecaria. Per l’occasione saranno messi in mostra alcuni testi della Biblioteca. Il primo nucleo di libri che compose la biblioteca De Leo fu acquistato dalla collezione del Cardinale Renato Imperiali; la biblioteca del Cardinale (catalogo del 1711), destinata al Castello Imperiali di Francavilla Fontana, fu famosa in tutta Europa come una delle più ricche e pregiate che un privato avesse mai potuto creare.

La Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore discende da una tradizione Catalana, dove ogni anno sin dal 1926 viene celebrata  “La Giornata del Libro e delle rose” il 23 aprile, data in cui ricorre anche la festa di San Giorgio, patrono di Barcellona e della Catalogna e nella quale secondo una tradizione medioevale ogni uomo regalava una rosa alla sua donna. E’ importante dare rilievo a questa Giornata ed è fondamentale la funzione delle biblioteche, dato che la propensione alla lettura è fortemente condizionata sia dall’ambiente familiare che sociale. E la nostra Regione è al penultimo posto per numero di lettori, ben il 70,8% dei pugliesi non ha letto un libro in un anno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penultimi come lettori. Almeno festeggiamo la Giornata del Libro Unesco

BrindisiReport è in caricamento