menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Pupieddi" di coca, hascisc e marijuana in casa: giovane brindisino in carcere

Arrestato dalla Squadra mobile il 19enne Massimiliano Martucci. Salgono a 22 i pusher ammanettati dalla polizia di Brindisi negli ultimi cinque mesi

BRINDISI – Nascondeva in casa tre “pupieddi” (termine con cui viene definita una dose chiusa all’estremità con del nastro adesivo, nel gergo degli spacciatori brindisini) di cocaina, una bustina di marijuana e un pezzo di hascisc da quattro grammi. Si sono aperte le porte della casa circondariale di Brindisi per il brindisino Massimiliano Martucci, di 19 anni. Il ragazzo, residente al quartiere Sant’Elia, ha ricevuto la visita dei poliziotti della sezione Antirapina della Squadra mobile di Brindisi al comando del vicequestore Antonio Sfameni.

Oltre alla sostanza stupefacente, gli agenti, nel corso della perquisizione domiciliare, hanno trovato anche banconote di vario taglio ritenute Foto 1 - Droga del Denunciato a P.L. (FILEminimizer)-2provento di attività illecita. Per questo il giovane, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Non solo. I controlli antidroga condotti negli ultimi due giorni dalla Mobile hanno portato anche al rinvenimento di nove dosi di marijuana presso l’abitazione del 20enne K.H., residente al rione Casale. Il ragazzo era in possesso anche di materiale per il confezionamento della droga (due trita erba, involucri di cellophane, barattoli in vetro, nastro adesivo e altro). Nel suo caso si è deciso di procedere con una denuncia a piede libero.

Sale così a 22 il numero di presunti spacciatori arrestati dalla Mobile di Brindisi negli ultimi cinque mesi. Otto, invece, quelli denunciati a piede libero, mentre sono quattro gli individui segnalati all’autorità amministrativa in qualità di assuntori.

L’importanza degli sforzi profusi dalla polizia nell’attività di contrasto allo spaccio di droga è testimoniata anche dagli ingenti quantitativi di sostanza stupefacente sequestrata in questo arco temporale: 720 chili di marijuana, 120 grammi di cocaina, 460 grammi di hascisc, 520 grammi di eroina. E’ pari a 9385 euro il denaro ritenuto provento di spaccio posto sotto sequestro. Diciotto, infine, i bilancini di precisione sequestrati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento