menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovane donna aggredita e rapinata appena uscita da casa

Dovranno rispondere di rapina e molestie, nel caso dovessero essere rintracciati, i due individui che intorno alle 18.30 di oggi, lunedì 25 aprile, hanno aggredito una 23enne appena uscita da casa riuscendo a sottrarle i soldi dal borsellino, circa 10 euro

FRANCAVILLA FONTANA – Dovranno rispondere di rapina e molestie, nel caso dovessero essere rintracciati, i due individui che intorno alle 18.30 di oggi, lunedì 25 aprile, hanno aggredito una 23enne appena uscita da casa riuscendo a sottrarle i soldi dal borsellino, circa 10 euro. Con tutta probabilità volevano commettere uno scippo. È accaduto in via Virgilio a Francavilla Fontana.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della locale compagnia, al comando del capitano Nicola Maggio, la giovane donna, che abita in un condominio, è stata assalita non appena è uscita da casa, al vaglio degli investigatori c’è la possibilità che i rapinatori si fossero nascosti nel sottoscala. L’hanno raggiunta alle spalle bloccandola. Erano incappucciati. La 23enne ha cercato di divincolarsi ma è caduta, i due l’hanno toccata in diverse parti del corpo probabilmente nel tentativo di cercare monili d’oro, collanine o braccialetti, frugando nelle tasche dei jeans.

La ragazza è stata colta da un malore, una fitta improvvisa allo stomaco le ha fatto sospettare che i due le avessero fatto ingerire qualche sostanza. La povera vittima di questa rapina ha vissuto un vero e proprio incubo, per qualche istante ha creduto che nelle intenzioni dei due malfattori c’era la volontà di stuprarla. Sentiva le loro mani sul suo corpo, e non poteva fare nulla per fermarli. L’incubo è finito quando mentre cercava di divincolarsi con tutte le forze che aveva le è caduto il borsellino, i due non hanno perso tempo ad afferrarlo e prendere i soldi che c’erano all’interno per poi fuggire. Tutto si è svolto nel giro di pochi minuti, la 23enne una volta rimasta sola ha chiesto aiuto, i suoi genitori erano in casa, l’hanno soccorsa e chiamato i carabinieri che dopo aver ascoltato l’accaduto si sono messi sulle tracce dei due rapinatori. Si tratterebbe di due stranieri, la giovane ha raccontato che durante l’aggressione i due dicevano “tu chiama carabinieri” con ogni probabilità intendevano dire di non avvertire le forze dell’ordine. Al vaglio degli investigatori ci sono i fotogrammi di tutte le telecamere installate nella zona, la 23enne è stata condotta in ospedale per gli accertamenti del caso. Fortunatamente non ha riportato lesioni, per lei si è trattato solo di tanta paura.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento