menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spara al rivale dopo una lite in strada ma colpisce la moglie

Una 26enne di Villa Castelli è giunta al Pronto soccorso dell’ospedale Perrino di Brindisi con una profonda ferita da arma da fuoco al ginocchio sinistro

VILLA CASTELLI – Una 26enne di Villa Castelli, Francesca Pastore, è giunta al Pronto soccorso dell’ospedale Perrino di Brindisi con una profonda ferita da arma da fuoco al ginocchio sinistro, a sparare è stato il marito per errore: il colpo era diretto all'ex compagno della donna con cui poco prima era nata una lite per strada. L'autore del ferimento, Silvio Bellanova, 30 anni, è stato arrestato per detenzione e porto illegale di arma in luogo pubblico e tentato omicidio nei confronto di persona diversa da quella cui l'offesa era diretta.

La vittima è stata presa in carico dal personale medico e ricoverata nel reparto di ortopedia e traumatologia con una prognosi di cinquanta giorni. Sul caso indagano i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Francavilla Fontana, al comando del tenente Roberto Rampino e i colleghi della stazione di Villa Castelli che si sono recati sul posto subito dopo i fatti. La giovane è giunta in ospedale nella tarda serata di sabato 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. 

BELLANOVA Silvio, classe 1987-2Secondo quanto ricostruito dai militari , nella serata di sabato in casa della coppia si è presentato l'ex convivente della donna per discutere sul mantenimento del figlio minore nato dalla loro precedente relazione. La discussione, però, è degenerata così il marito della signora ha preso un fucile sovrapposto calibro 12 dalla casa della madre, che abita accanto al domicilio della coppia, e ha puntato l'arma contro il rivale, il quale però era riuscito ad afferrare la canna dell'arma spostando la traiettoria del colpo partito un istante dopo, che ha raggiunto, invece, la 27enne al ginocchio sinistro.

I fatti si sono verificati in strada. La giovane è stata subito soccorsa e portata in ospedale, il marito invece - alla luce dellaricostruzione dei fatti - è stato arrestato e trasferito in carcere. Denunciata, invece, la madre dell'indagato per omessa custodia dell'arma. Era regolarmente detenuta ma non custodita secondo la legge in materia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento