menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovane padre di famiglia muore all'improvviso: autorizzato l'espianto degli organi

Il 37enne Antonio Paladini è stato colto da un malore mentre lavorava nelle campagne. L'uomo lascia una moglie e due figli

SAN PIETRO VERNOTICO – Si è sentito male mentre lavorava in campagna. All’inizio si pensava a un malore passeggero, ma all’improvviso si è accasciato, senza più riprendersi. Se n’è andato così Antonio Paladini, 37 anni, un padre di famiglia di San Pietro Vernotico che lavorava in un’azienda agricola del posto.

Da questa tragedia abbattutasi stamani sulla comunità sempietrana sono nate nuove speranze per delle persone che lottano per le vita. Nel pomeriggio, infatti, la moglie e i famigliari di Antonio hanno dato il consenso all’espianto di polmoni, cuore, fegato, reni e cornee. Un’equipe dell’ospedale Perrino di Brindisi si è subito attivata per procedere con l’intervento di espianto.

Paladini lascia due figli. Diverse foto del suo profilo Facebook lo ritraggono mentre sorridente posa con un falco, passione condivisa con il fratello Riccardo. La notizia dell’improvviso decesso ha scosso profondamente il paese. La morte di Antonio, però, non è stata vana. Perchè grazie al nobile gesto dei suoi famigliari, altre vite sono state salvate. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento