menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovane pestato a sangue per un cellulare difettoso: denunciato l'aggressore

Un 28enne di Mesagne è stato brutalmente aggredito da un 30enne al quale pochi giorni fa aveva venduto un telefonino. La vittima è stata ricoverata al "Perrino" con 30 giorni di prognosi. Intervenuti i poliziotti

MESAGNE – E’ stato un dissidio legato a un telefono cellulare malfunzionante a causare una violenta aggressione avvenuta stamani in piazza Orsini, nel cuore di Mesagne. Il 28enne D.C., del posto, è stato colpito al volto da un uomo al quale pochi giorni prima aveva venduto il cellulare incriminato, il 30enne A.V., anch’egli del posto. Questi è stato denunciato a piede libero dai poliziotti del locale commissariato di Mesagne al comando del vicequestore Rosalba Cotardo, che hanno immediatamente avviato un’indagine sull’accaduto.

I due protagonisti di questa vicenda si sono incontrati fra le 8 e le 9 presso piazza Orsini. In particolare, pare che la vittima avrebbe venduto al suo aggressore, nei giorni scorsi, un telefonino che non ha riscontrato il gradimento di quest’ultimo, il quale avrebbe preteso di riavere indietro il denaro corrispondente al prezzo di acquisto.

Non disponendo della somma, il trentenne, dopo aver minacciato di morte l’attuale vittima, l’ha colpito al volto con dei pugni provocandogli la frattura delle ossa nasali ed una copiosa fuoriuscita di sostanza ematica. Mentre una pattuglia della polizia si recava sul posto, trovando solo tracce di sangue sul sagrato della chiesa di Sant’Anna e nelle vicinanze, D.C. si dirigeva verso il commissariato, con le braccia e il volto insanguinato.

Prima ancora di raccogliere la sua versione dei fatti, le forze dell’ordine hanno chiesto l’intervento del personale del 118, che ha trasportato il malcapitato verso l’ospedale Perrino. Dopo gli esami del caso, la vittima è stata ricoverata con frattura delle ossa nasali, oltre a varie escoriazioni. La prognosi è di 30 giorni. Dopo aver trovato riscontri alla versione dei fatti fornita dal 28enne, i poliziotti hanno denunciato l’aggressore, già noto alle forze dell’ordine, per il reato di lesioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Allarme lupi: stragi di asini e capre nelle campagne

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento