menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovane sorpreso dai poliziotti mentre cedeva marijuana: arrestato

Nuovo arresto per spaccio da parte degli agenti del Commissariato di polizia di Ostuni nell’ambito di alcuni controlli eseguiti per contrastare il traffico di stupefacenti

OSTUNI – Nuovo arresto per spaccio da parte degli agenti del Commissariato di polizia di Ostuni nell’ambito di alcuni controlli eseguiti per contrastare il traffico di stupefacenti. Si tratta di un 21enne del posto, G.A.: è stato trovato con 12 grammi di marijuana suddivisa in dosi e circa 300 euro in contanti, oltre a materiale vario per il confezionamento. L’arresto risale alla vigilia di Ferragosto, ieri, giovedì 17 agosto, il giovane è stato sottoposto a interrogatorio di convalida, il gip ha revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari rimettendolo in libertà in attesa del processo.

Il 21enne è stato sorpreso dai poliziotti nei pressi del suo garage mentre cedeva droga ad altri giovani noti per essere consumatori di stupefacenti. Al momento del controllo degli agenti si trovava vicino all’utilitaria al cui interno c’erano i due presunti acquirenti, era appoggiato al finestrino e stava con ogni probabilità cedendo le dosi. Alla vista degli agenti ha nascosto la droga negli slip dopo aver infilato le mani nelle tasche dei pantaloncini. Si trattava di due “cipollotti” di marijuana del peso complessivo di 12 grammi. Nella cover del telefono cellulare, invece, i poliziotti hanno trovato 285 euro in banconote di diverso taglio.

“Durante tale attività, il cellulare di G.A. veniva ripetutamente “bombardato” di messaggi whatsapp e di messenger nonché di  telefonate, tanto che per il prosieguo investigativo e d’intesa con l’Autorità giudiziaria, si procedeva al sequestro penale anche dei cellulari dei tre”. Si legge nella nota della polizia.

“I servizi di controllo del territorio finalizzati a frenare il fenomeno dello spaccio di droga sempre più reato impiegato dalle organizzazioni criminali per il loro finanziamento, proseguiranno ininterrottamente nei prossimi giorni da parte della Polizia di Stato. Tanto, al fine anche di contrastare i negativi e deleteri effetti dell’immissione sul mercato delle sostanze stupefacenti, i cui processi di “taglio” e finale confezionamento delle singole dosi per lo spaccio, possono contenere preoccupanti insidie per l’incolumità personale a svantaggio della sicurezza generale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento