Cronaca

Fa tappa a Brindisi la Maserati anfibia dell'autonauta Marco Amoretti

L'"autonauta" Marco Amoretti ieri sera (28 agosto) è approdato alla Lega Navale di Brindisi alla guida della sua Maserati anfibia con cui sta circumnavigando l'Italia

BRINDIDSI – L’”autonauta” Marco Amoretti ieri sera (28 agosto) è approdato alla Lega Navale di Brindisi alla guida della sua Maserati anfibia con cui sta circumnavigando l’Italia. Lo scalo brindisino è stato un’ulteriore trappa del lungo giro d’Italia sotto costa la cui meta sarà la Mostra del cinema di Venezia, che aprirà i battenti nella giornata di domani. Diversi diportisti hanno assistito incuriositi alle operazioni di ormeggio dfi quello che è stato concepito come un bolide della strada, con il portabagagli sormontato da un motore fuori bordo.

L'autonauta Marco Amoretti a Brindisi-2

Tecnicamente l’”auto imbarcazione” realizzata da Amoretti è schedata come “natante di diporto sperimentale”. A renderla inaffondabile è una schiuma di poliuretano espanso mediante la quale è stato sigillato l’abitacolo. Sul lunotto posteriore del veicolo inoltre è stato posizionato un salvagente legato alla carrozzeria da un intreccio di funi (ma forse sarebbe più corretto dire cime, in gergo marinaresco).

L’impresa di Amoretti è partita dal porto ligure di La Spezia, città che gli ha dato i natali 44 anni fa. Poi lo spezzino ha toccato alcuni fra i principali porti della costa Tirrenica e dello Ionio, fino a raggiungere le sponde adriatiche del Salento. L’intrepido “skipper” non è nuovo ad avventure del genere.

L'autonauta Marco Amoretti a Brindisi 2-2-2

A trasmettergli la passione per i viaggi è stato il padre, che negli anni ’50, poco più che ventenne, girò il mondo in sella a una Lambretta e a 37 anni attraversò il deserto del Sahara con un paracadute ascensionale trainato da un’auto. Ricalcando quindi le orme del papà, nel 1999 l’autonauta, insieme al fratello e un amico, fece la traversata dell’Atlantico dalle Canarie a Martinica con una Ford Taurus dell’81 e una Volkswagen Passat dell’87 . Nel 2014 e nel 2015 Amoretti si era già cimentato nel giro d’Italia a bordo di un’auto galleggiante, ma non aveva mai fatto tappa a Brindisi. La sua avventura e la sua vita saranno raccontate in un documentario, grazie alle riprese girate da una tropue che lo segue da vicino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa tappa a Brindisi la Maserati anfibia dell'autonauta Marco Amoretti

BrindisiReport è in caricamento