Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Gli alunni della scuola europea incontrano l'astronauta Parmitano

Ieri, 20 aprile, a Matera, si è svolto l’evento finale nazionale 2016 del progetto “Mission X – Allenati come un Astronauta”, presso il Centro di Geodesia Spaziale “G. Colombo” dell’Agenzia Spaziale Italiana

BRINDISI - Ieri, 20 aprile, a Matera, si è svolto l’evento finale nazionale 2016 del progetto “Mission X – Allenati come un Astronauta”, presso il Centro di Geodesia Spaziale “G. Colombo” dell’Agenzia Spaziale Italiana.

Ha preso parte tutta la classe della IIE, Lower Secondary, della Scuola europea di Brindisi,  accompagnata dalle professoresse Virginia Bernardini e Faustina Caforio e dalla Dirigente Scolastica Angela Citiolo.

Era presente l'astronauta italiano dell'Esa Luca Parmitano, che ha raccontato la sua missione durata ben sei mesi nello Spazio a bordo DSCN7332_resized-2della Iss e ha risposto alle domande poste dai ragazzi. 

Oltre alla straordinaria opportunità di incontrare l'astronauta, i partecipanti hanno visitato il Centro di Geodesia Spaziale (Cgs), la base operativa più importante dell’Asi. Si tratta di un centro dedicato principalmente alle attività di Osservazione della Terra e, in particolare, di geodesia spaziale e di telerilevamento.

Il “Via” ufficiale alla sfida di Mission X 2016, il cui obiettivo è “essere in ottima forma”, era stato dato lo scorso 18 gennaio. Un progetto didattico internazionale centrato sul tema dell'attività fisica e della corretta alimentazione che incoraggia i ragazzi ad allenarsi come un vero astronauta.

Squadre di alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado hanno avuto modo di comprendere l'importanza di una sana alimentazione e di una attività fisica regolare, partecipando ad una sfida internazionale in cui hanno completato esercizi fisici e attività in classe, scoprendo cosa accade nello spazio e come loro stessi potrebbero, un giorno, diventare protagonisti dell'avventura spaziale internazionale.

IMG-20160420-WA0030_resized-2Missione X riguarda il benessere fisico e l'alimentazione: sappiamo infatti che un corpo sano è indispensabile per essere un esploratore in forma!

Gli astronauti conoscono l'importanza dell'addestramento fisico per il successo di una missione spaziale e, con iniziative quali Mission X, vogliono incoraggiare i ragazzi di tutto il mondo a imparare da loro, sebbene con un diverso obiettivo, l'importanza di una vita sana.

I ragazzi della Scuola Europea di Brindisi, coordinati dalle professoresse Caforio e Bernardini, negli ultimi mesi, hanno lavorato in squadra per completare le missioni a loro assegnate, basate su esercizi mirati a sviluppare la muscolatura, la resistenza, la coordinazione, l'equilibrio e molto altro ancora.

L'intera delegazione brindisina ha ricevuto i complimenti dallo staff della Base e dallo stesso Palmitano per la preparazione e la competenza acquisite dai ragazzi e per essersi posti, nonostante l'età, con grande serietà e consapevolezza di fronte a una esperienza che a qualcuno, chissà,  potrebbe cambiare la vita, divenendo, un giorno, un astronauta e viaggiando su Marte così, come auspicato da Palmitano durante il suo intervento. Iole La Rosa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli alunni della scuola europea incontrano l'astronauta Parmitano

BrindisiReport è in caricamento