rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Latiano

Gli atti non sono on line: nota al prefetto

LATIANO – Ernesto Ciccarese, continua la sua battaglia contro l’amministrazione comunale di Latiano. Oltre la denuncia fatta qualche settimana fa sulla mancata adesione del Comune di Latiano alla Carta di Matera sull’impegno degli enti locali per l’agricoltura - oggi, Ciccarese denuncia che l’amministrazione non rispetta la Legge 69/2009, cioè che il contenuto degli atti amministrativi di determina destinati all’albo pretorio, che devono essere anche online sul sito internet istituzionale del Comune ed essere visionabili da chiunque, non lo sono.

LATIANO - Ernesto Ciccarese, continua la sua battaglia contro l'amministrazione comunale di Latiano. Oltre la denuncia fatta qualche settimana fa sulla mancata adesione del Comune di Latiano alla Carta di Matera sull'impegno degli enti locali per l'agricoltura - oggi, Ciccarese denuncia che l'amministrazione non rispetta la Legge 69/2009, cioè che il contenuto degli atti amministrativi di determina destinati all'albo pretorio, che devono essere anche on line sul sito internet istituzionale del Comune ed essere visionabili da chiunque, non lo sono.

E così ha deciso di scrivere al prefetto di Brindisi. Lo scorso 16 maggio, Ernesto Ciccarese scrisse direttamente al sindaco di Latiano, Antonio De Giorgi, per chiedere spiegazioni sul perché gli atti di determina non sono consultabili sul sito istituzionale del Comune di Latiano ma senza ricevere risposta alcuna.

Alla luce delle normative vigenti, che regolano l'attività di pubblicazione di atti amministrativi, risulta incomprensibile la scelta fatta dall'amministrazione di Latiano a non rendere visibili gli atti di determina, pertanto oltre ad essere evasa la volontà del legislatore, viene inegato alla cittadinanza il diritto alla trasparenza amministrativa, necessaria per la partecipazione alla vita amministrativa del Comune di Latiano.

"Vorrei sinteticamente spiegare le ragioni - dichiara Ernesto Ciccarese - attraverso tre perché , che mi hanno spinto a scrivere al Prefetto di Brindisi, Nicola Prete, sulla questione della disattesa trasparenza amministrativa da parte dell'amministrazione comunale di Latiano che continua a non pubblicizzare il contenuto degli atti amministrativi di Determina all'albo pretorio on-line come prevede la legge (Legge 69/2009)".

"Primo, perché la richiesta al sindaco del 16 maggio 2011, di pubblicare all'Albo Pretorio on-line gli atti amministrativi come da vigente legislazione, è stata totalmente ignorata, nonostante l'art.52 dello statuto del Consiglio comunale di Latiano preveda che «La risposta ai cittadini, che avanzano istanze, deve essere assicurata entro il termine di giorni trenta".

Secondo punto, "perché il diritto dei cittadini alla trasparenza amministrativa pone in essere un dovere da parte degli amministratori comunali. Così come è un dovere del cittadino contribuire attraverso il pagamento di imposte e tasse alla vita del proprio paese è anche giusto pretendere il rispetto dei diritti che la legge gli riconosce".

Infine, terzo "perché gli atti di determina, che includono gli impegni di spesa, i pagamenti delle consulenze/incarichi esterni, rimborso spese amministratori comunali, permettono al cittadino di valutare l'azione economico-finanziaria dell'amministrazione comunale. La mancata pubblicità legale dei suddetti atti costituisce la negazione ai cittadini di un importante strumento di partecipazione - ma anche di valutazione - alla vita politica e amministrativa del proprio paese".

Questo è la battaglia di un semplice cittadino che chiede semplicemente all'amministrazione comunale di Latiano, di rispettare le leggi e pubblicare il contenuto degli atti amministrativi di determina all'albo pretorio on-line come prevede la legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli atti non sono on line: nota al prefetto

BrindisiReport è in caricamento