Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Via Giuseppe Pelizza da Volpedo

Gli incendiari tornano a devastare l'impianto sportivo ex Acsi

Ennesimo raid incendiario all'interno dell'impianto sportivo abbandonato di via Pellizza da Volpedo, al rione Sant'Elia. Dei teppisti nella serata di oggi hanno fatto irruzione all'interno della struttura

BRINDISI – Ennesimo raid incendiario ai danni dell’impianto sportivo abbandonato di via Pellizza da Volpedo,  al rione Sant’Elia.  I soliti teppisti nella serata di oggi hanno fatto irruzione all’interno della struttura, si sono diretti verso gli spogliatoi e hanno dato fuoco in due differenti punti a dei copertoni ammassati l’uno sull’altro.

L’episodio si è verificato intorno alle ore 19,30. La combustione della plastica ha sprigionato due dense colonne di fumo nero IMG_9223-2avvistate nel raggio di centinaia di metri. Un’aria irrespirabile è penetrata negli appartamenti delle abitazioni limitrofe. Una squadra di vigili del fuoco ha dovuto sospendere un altro intervento per raggiungere l’impianto, spegnendo il rogo nel volgere di pochi minuti.

Certo è sconfortante la fine che ha fatto il centro sportivo un tempo gestito dall’Acsi.

IMG_9222-3I campi di gioco e i locali che fino a un paio di anni fa erano adibiti a spogliatoi e bar hanno subito innumerevoli danneggiamenti. Ovunque regna il degrado all’interno del centro sportivo. L’impianto, di proprietà dell’amministrazione comunale, venne abbandonato al suo destino dalla Ssd calcio Città di Brindisi, che ne rilevò la gestione nel 2012. Circa un anno fa l’area è stata affidata a una associazione ondata da due vecchie glorie del calcio locale, Antonio Benarrivo e Mino Francioso. Ma occorreranno tanti soldi per rendere la struttura nuovamente agibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli incendiari tornano a devastare l'impianto sportivo ex Acsi

BrindisiReport è in caricamento