rotate-mobile
Cronaca

Gli studenti invadono parco Di Giulio: anche a Brindisi è sciopero sociale

Circa 500 studenti brindisini hanno risposto alla mobilitazione nazionale contro le politiche del governo in materia di lavoro, sfilando in corteo dall'istituto Alberghiero di via Appia fino a Parco Di Giulio, dove i ragazzi si sono confrontati anche sulle problematiche ambientali che affliggono il territorio

BRINDISI – Circa 500 studenti brindisini hanno risposto alla mobilitazione nazionale contro le politiche del governo in materia di lavoro, sfilando in corteo dall’istituto Alberghiero di via Appia fino a Parco Di Giulio, dove i ragazzi si sono confrontati anche sulle problematiche ambientali che affliggono il territorio.  “Siamo scesi in piazza  - si legge in una nota diramata dall’Uds (Unione degli studenti) - per dire che la scuola che vogliamo non è quellaManifestazione Uds 2-2 che ci propone il Governo con ‘La buona scuola’".

"Non vogliamo la scuola dei privati, la scuola senza democrazia, schiava degli interessi delle aziende e attraversata da un clima di competizione sfrenata”. L’Uds, innestandosi nel solco del così detto sciopero sociale, contesta il "jobs act" ed esige “un futuro lavorativo degno, stabile, fatto di diritti e tutele”.

“Siamo scesi in piazza - si legge ancora nella nota - per esigere finanziamenti in scuola, università e ricerca perchè tramite la conoscenza si possa cambiare il mercato del lavoro e garantire un futuro dignitoso alla nostra generazione”.

Uds ha inoltre gettato le basi per le mobilitazioni studentesche delle prossime settimane, attraverso le quali “costruire dal basso la nostra alternativa alle decisioni che ci vengono calate dall'alto”. Una volta arrivati a parco Di Giulio, i manifestanti si sono divisi in due gruppi di lavoro: uno situazione ambientale del territorio; l’altro sulla questione scuola.

Gli studenti resteranno nel parco fino a sera, con di musica. “Siamo il cambiamento – afferma Uds - e lo costruiremo dal basso, riprendendoci le nostre scuole. Il nostro futuro non è uno slogan, e nessuno lo potrà scrivere in nostro nome.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti invadono parco Di Giulio: anche a Brindisi è sciopero sociale

BrindisiReport è in caricamento