menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grande solidarietà dei brindisini per le popolazioni colpite dal terremoto

Grande solidarietà da parte dei brindisini (provincia compresa) nei confronti delle popolazioni colpite dal terremoto. Ingenti donazioni di beni e cibo ma al momento serve solo denaro

BRINDISI – Grande solidarietà da parte dei brindisini (provincia compresa) nei confronti delle popolazioni colpite dal terremoto che nella notte tra martedì e ieri ha distrutto decine di abitazioni e provocato centinaia di vittime e feriti. Piazza della Vittoria a Brindisi dove dalle 18 è in corso una raccolta di cibo e beni di prima necessità organizzata dall’Uds (Unione degli studenti) e dall’associazione Libera, è stata letteralmente presa d’assalto da centinaia di persone che hanno voluto portare il proprio contributo per aiutare la povera gente che da ieri notte non ha più un tetto. I brindisini hanno donato e stanno donando di tutto: dalle coperte ai cibi in scatola, dagli indumenti ai prodotti per l’igiene della persona. Una ditta di trasporti si è anche offerta a effettuare i viaggi verso i paesi colpiti dal sisma. Tutto il materiale raccolto, intanto, verrà stipato nei depositi della Croce Rossa in attesa di comunicazioni ufficiali da parte della Protezione civile su come far arrivare i beni alle popolazioni in difficoltà. Stessa situazione si sta verificando in altre zone della città e in altri paesi della provinicia.

donazioni terremoto brindisi-2

Ma al momento non sono previste spedizioni. Lo ha anche spiegato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in un post su Facebook: “Non risulta alla Regione Puglia che il Dipartimento della Protezione Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri abbia autorizzato o richiesto raccolte private di beni o medicinali da consegnare alle popolazioni terremotate in questa fase di prima emergenza. Il trasporto di questi beni da migliaia di punti di raccolta diversi verso le zone della calamità avrebbe un costo superiore a quello dei beni stessi e richiederebbe tempi di consegna biblici.

Né tantomeno la Protezione Civile Nazionale ha invitato o autorizzato singole associazioni o comuni ad organizzare viaggi singoli o autocolonne per consegnare i beni o i medicinali come sopra raccolti.?Non partite dunque per nessun motivo per non intasare le strade rimaste percorribili e per non aggravare con presenze non strutturate e non comprese nel dispositivo in atto il gravoso lavoro della Protezione Civile. ?Chi vuole mettersi a disposizione invii la sua richiesta a soup.puglia@regione.puglia.it dettagliando quali servizi o beni intende mettere a disposizione e attenda di essere chiamato senza prendere iniziative estemporanee non preventivamente autorizzate.?Purtroppo la gravità del sisma è tale che serviranno mesi e forse anni di aiuti e solidarietà alle popolazioni colpite. ?In questo momento di prima emergenza invece le priorità non contemplano attività del genere di quelle sopra indicate.? Avrete tempo nelle prossime settimane di organizzare con la dovuta programmazione tutte le iniziative di solidarietà che desiderate realizzare. ?In questo momento serve la donazione di danaro che va inviato ai recapiti indicati dal Governo e la raccolta di sangue che va donato come di consueto senza intasare le Banche del Sangue del vostro territorio. Grazie”.

Brindisi donazioni terremoto-2

PER LE DONAZIONI - Poste Italiane e Croce Rossa Italiana hanno istituito un conto corrente per le donazioni intestato "Poste Italiane con Croce Rossa Italiana - Sisma del 24 agosto 2016"; il codice IBAN del conto corrente è IT38R0760103000000000900050. Per chi si trova all'estero il conto corrente è sempre lo stesso, compreso l'IBAN, mentre il codice BIC/SWIFT (per inviare bonifici dall'estero) è BPPIITRRXXX. La CRI ha inoltre attivato il numero telefonico 06 5510 dedicato al servizio donazioni e l'indirizzo email aiuti@cri.it.

Poste Italiane e Protezione Civile hanno attivato anche attraverso l'operatore telefonico Poste Mobile il numero solidale 45500 per la raccolta fondi. Tutti i clienti PosteMobile possono donare 2 euro tramite l'invio di un SMS.

L’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) ha attivato un conto corrente per la raccolta fondi intestato ad Anci, con causale “Emergenza terremoto centro Italia”. Coordinate IBAN: IT27A 06230 03202 000056748129

Il presidente Anci Puglia sen. Luigi Perroneha invitato i sindaci pugliesi a predisporre azioni utili a sostenere le comunità colpite dal sisma, individuando nei Comuni dei centri di raccolta; inoltre è stato richiesto di individuare un referente comunale con cui condividere tutte le azioni Anci preventivamente  concordate con la sezione regionale di Protezione Civile. Anci Puglia ha attivato una propria delegazione regionale preposta a supportare e sostenere tutte le iniziative derivanti.

“E’ un grande disastro che ha devastato il centro Italia - ha dichiarato il presidente Anci Puglia sen. Luigi Perrone – In questa fase è opportuno coordinarsi con la Protezione civile della Regione e approntarsi per fronteggiare le emergenze. Ho comunicato la nostra disponibilità al presidente Emiliano, all’assessore regionale competente Nunziante e al presidente Comitato permanente Protezione Civile Regione Mennea. L’Anci e le comunità pugliesi sono pronte a fornire il proprio contributo di solidarietà a supporto delle popolazioni colpite"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento