rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Torre Santa Susanna

Grave dopo l’incidente: era ubriaco

TORRE SANTA SUSANNA – Ubriaco ciucco, quasi quattro volte il limite consentito per legge, finisce fuori strada e poi in prognosi riservata nel reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale Perrino di Brindisi.

TORRE SANTA SUSANNA ? Ubriaco ciucco, quasi quattro volte il limite consentito per legge, finisce fuori strada e poi in prognosi riservata nel reparto di Ortopedia e Traumatologia dell?ospedale Perrino di Brindisi.

Teatro della ?sbandata? la strada provinciale che da Torre Santa Susanna conduce al Santuario di San Cosimo. Pietro Monetta, 34 anni, nato a Manduria, ma di fatto di Erchie, giunto in condizioni gravi al pronto soccorso del capoluogo Messapico intorno alle 22 di ieri, stava percorrendo la strada in direzione del santuario a bordo della sua Fiat Marea quando un?ora prima avrebbe urtato un muretto - posizionato lungo la destra seguendo il senso della presunta marcia (particolarmente difficile sarebbe stata la ricostruzione dell?incidente) ? e sarebbe finito poi nel terreno di campagna.

Il suo corpo è stato ritrovato riverso, bocconi nel terreno, sotto un albero. Al Perrino i medici, dopo averlo ricoverato nel reparto Ortopedia e Traumatologia  in prognosi riservata hanno riscontrato due fratture pluriframmentarie: una  del bacino, l?altra del femore sinistro, oltre a diverse fratture lungo le costole.

L?incidente oltre agli operatori del 118 ha visti impegnati anche i carabinieri della stazione di Torre Santa Susanna ? guidati dal luogotenente Francesco Lazzari ?, che hanno riscontrato in seguito agli esami di rito, un tasso alcolemico pari a quasi 4 volte il limite consentito. 1,8 milligrammi per litro, a fronte degli 0,5 consentiti per legge. Da qui la denuncia nei confronti del ferito per guida in stato di ebrezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grave dopo l’incidente: era ubriaco

BrindisiReport è in caricamento