rotate-mobile
Cronaca

Gravina, palazzina crolla nella notte

GRAVINA IN PUGLIA – Confinava con un cantiere dove era stato abbattuto pochi giorni fa un locale, il muro di un edificio di due piani crollato nella notte di oggi a Gravina. Erano circa le 5.30 quando in via Brindisi, al civico 22, i residenti hanno prima avvertito rumori sospetti e per questo hanno subito dato l’allarme ai vigili del fuoco che prontamente hanno ordinato di sgomberare l’immobile. Le due famiglie che vivono nei due appartamenti, sono salve per miracolo perché pochissimi minuti dopo è avvenuto il crollo.

GRAVINA IN PUGLIA - Confinava con un cantiere dove era stato abbattuto pochi giorni fa un locale, il muro di un edificio di due piani crollato nella notte di oggi a Gravina. Erano circa le 5.30 quando in via Brindisi, al civico 22, i residenti hanno prima avvertito rumori sospetti e per questo hanno subito dato l'allarme ai vigili del fuoco che prontamente hanno ordinato di sgomberare l'immobile. Le due famiglie che vivono nei due appartamenti, sono salve per miracolo perché pochissimi minuti dopo è avvenuto il crollo.

Complessivamente sono 11 le famiglie che successivamente sono state fatte allontanare dagli stabili che si trovano nell'isolato interessato dal crollo. Secondo quanto si è appreso, nel cantiere attiguo alla palazzina dove si è verificato il disastro erano in corso dei lavori di scavo, per le fondamenta necessarie alla costruzione di un nuovo immobile. Quello di oggi è il terzo crollo avvenuto a Gravina negli ultimi mesi. I precedenti però riguardano cedimenti di stabili fatiscenti. Oltre a due squadre dei vigili del fuoco, sul posto sono intervenuti agenti della polizia municipale e i carabinieri. Secondo una prima valutazione dell'accaduto, i lavori in corso in via Brindisi, nelle vicinanze della palazzina dove si è verificato il crollo, sarebbero stati eseguiti con tutte le autorizzazioni disposte dalla normativa.

Il crollo, quindi, potrebbe essersi verificato a causa del terreno argilloso su cui poggiava la casa. Ma comunque, le possibili cause sono al vaglio degli inquirenti: "E' tutto da accertare. - afferma il comandante della polizia municipale di Gravina, Nicola Cicolecchia - I lavori in corso nel terreno al confine col muro crollato sembra fossero in regola e autorizzati. Per precauzione è stato disposto lo sgombero di 11 famiglie. Per quattro di queste lo sgombero è coatto fino alla messa in sicurezza strutturale dell'immobile nel quale risiedono".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gravina, palazzina crolla nella notte

BrindisiReport è in caricamento