menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri sul posto

I carabinieri sul posto

Gravissima la giovane madre di Carovigno

CAROVIGNO - Condizioni gravissime ma stazionarie, quelle di Francesca Sbano, la donna di 32 anni che ieri sera – stando agli elementi dai carabinieri sul posto – ha ucciso la figlioletta di tre anni usando un diserbante, e lanciandosi poi nel vuoto.

CAROVIGNO - Condizioni gravissime ma stazionarie, quelle di Francesca Sbano, la donna di 32 anni che ieri sera - stando agli elementi dai carabinieri sul posto - ha ucciso la figlioletta di tre anni usando un diserbante, e lanciandosi poi nel vuoto dal terrazzo dell'abitazione in via Claudio Monteverdi, alla periferia di Carovigno. Francesca Sbano è stata sottoposta nella notte a un intervento chirurgico al cranio e si trova attualmente nel reparto di terapia intensiva del "Perrino" di Brindisi, dove è stata trasferita dall'ospedale di Ostuni.

Questa mattina il sostituto procuratore Pierpaolo Montinaro conferirà l'incarico a un medico legale per l'esame autoptico sul corpo della bimba, Benedetta, trovata senza vita dai soccorritori e dai vicini nell'appartamento in cui viveva con la madre, bracciante agricola, separatasi da alcuni mesi dal marito. Nel cestino dei rifiuti i carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni hanno rinvenuto un flacone di diserbante e un biglietto di addio che comunica il proposito della donna di farla finita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento