Sorpreso con 47 dosi di cocaina: arrestata una guardia giurata

Ai domiciliari un 35enne di Carovigno. La moglie, denunciata, alla vista dei carabinieri ha lanciato dal terrazzo alcune dosi

CAROVIGNO – Alla vista dei carabinieri, la moglie ha tentato di disfarsi di alcune dosi di cocaina, lanciandole dal terrazzo. Ma ai militari non è sfuggito nulla. Il 36enne Giuseppe Suma, guardia giurata di Carovigno, è stato sorpreso con 26,4 grammi di cocaina. Inevitabile l’arresto, in regime di domiciliari, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Stesso reato è stato contestato anche alla consorte, di 35 anni, che però se l’è cavata con una denuncia a piede libero.

Il vigilante ha ricevuto la visita dei carabinieri dell’Aliquota operativa della compagnia di San Vito dei Normanni, supportati dall’olfatto del Suma Giuseppe classe 1983-2cane One, del nucleo carabinieri cinofili di Modugno. Complessivamente la droga era confezionata in 47 dosi: 16 sono state trovate nel garage di pertinenza, le altre 31 sono quelle di cui la moglie ha tentato di disfarsi. Le forze dell’ordine hanno inoltre rinvenuto un kit di pulizia delle armi, appositamente modificato per il taglio e confezionamento dello stupefacente, nonché per contenerne alcune dosi, il tutto sottoposto a sequestro.

Inoltre sono state sottoposte a sequestro le seguenti armi, legalmente detenute:  una pistola semiautomatica marca Pardini, calibro 22; una pistola revolver marca S.W., calibro 38; una pistola semiautomatica marca Beretta, 84FS, calibro nove corto, con 25 cartucce dello stesso calibro; un fucile doppietta marca Beretta calibro 20;  sei cartucce calibro 12.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento