menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ambulanze del 118

Ambulanze del 118

Guasto al server, ma ora 118 ok

BRINDISI – Un guasto al server stamane ha fatto saltare temporaneamente il collegamento del numero di emergenza 118. Chiunque ha avuto bisogno , chiamando il numero per il soccorso 118 non ha ricevuto risposta diretta. Si è provveduto a ristabilire la linea nel più breve tempo possibile, dicono dalla Asl, e per scongiurare gli effetti di un prolungarsi dell’emergenza si è fatto ricorso a dirottamento delle chiamate sui centralini delle forze dell'ordine e su numeri verdi.

BRINDISI - Un guasto al server stamane ha fatto saltare temporaneamente il collegamento del numero di emergenza 118. Chiunque ha avuto bisogno , chiamando il numero per il soccorso 118 non ha ricevuto risposta diretta. Si è provveduto a ristabilire la linea nel più breve tempo possibile, dicono dalla Asl, e per scongiurare gli effetti di un prolungarsi dell'emergenza si è fatto ricorso a dirottamento delle chiamate sui centralini delle forze dell'ordine e su numeri verdi.

Alle postazioni del 118 di tutti i centri del territorio brindisino, la sala operativa del 118 ha dato un numero verde dove inviare le chiamate di urgenza e soccorso. La Asl di Brindisi nella persona di Giuseppina Scarano, responsabile delle comunicazioni, ha fatto sapere che "si tratta di un guasto al server centrale, che sono stati avvertiti tutti gli organi di sicurezza, quali Questura e Prefettura", e che il collegamento comunque era in fase di ripristino. La normalità, secondo quanto comunicato a prefettura e questura, è stata ristabilita poco prima delle 12,50.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento