rotate-mobile
Cronaca Francavilla Fontana

Guerra di mala, in attesa del supervertice si ascoltano i parenti del superstite

FRANCAVILLA FONTANA – Le indagini per individuare i killer da un lato e i preparativi per il vertici che si terrà questo pomeriggio nella sede della Compagnia (con la speranza che non si tratti della solita passerella di politici in cerca di pubblicità) dall’altro, hanno tenuto impegnati per tutta la mattinata i carabinieri. Telefoni spenti. E quando squillano, non c’è risposta. Notizie ufficiali sull’ennesimo agguato mortale non ce ne sono. Solo indiscrezioni. Che però non sono positive. E cioè al momento non ci sarebbe nulla di concreto sul commando che ieri mattina ha ammazzato a colpi di fucile mitragliatore cal. 7,62 (quasi certamente una Kalashnikov) Francesco Ligorio, 18 anni, francavillese, vittima innocente di una guerra tra malavitosi.

FRANCAVILLA FONTANA - Le indagini per individuare i killer da un lato e i preparativi per il vertici che si terrà questo pomeriggio nella sede della Compagnia (con la speranza che non si tratti della solita passerella di politici in cerca di pubblicità) dall'altro, hanno tenuto impegnati per tutta la mattinata i carabinieri. Telefoni spenti. E quando squillano, non c'è risposta. Notizie ufficiali sull'ennesimo agguato mortale non ce ne sono. Solo indiscrezioni. Che però non sono positive. E cioè al momento non ci sarebbe nulla di concreto sul commando che ieri mattina ha ammazzato a colpi di fucile mitragliatore cal. 7,62 (quasi certamente una Kalashnikov) Francesco Ligorio, 18 anni, francavillese, vittima innocente di una guerra tra malavitosi.

L'obiettivo dei killer era Nicola Canovari, 38 anni, francavillese, rottamaio, vari precedenti, e una fortuna sfacciata: è già scampato ad altri agguati. Ieri mattina, erano le 5,40, era alla guida del suo camion Iveco quando sulla statale 7 è stato bloccato dall'auto degli assassini. Una raffica. Tre colpi raggiungono Canovari (al polmone sinistro, all'avambraccio sinistro e alla mano destra) che rimane ferito ed ora è in Rianimazione nell'ospedale Perrino, e uno o due colpi Ligorio, suo aiutante, seduto sul lato passeggeri, che muore sul colpo.

Un agguato su una strada a grande scorrimento come la statale 7 non si era mai verificato. La malavita francavillese, purtroppo, forse perché non si sente il fiato sul collo da parte delle forze dell'ordine (i tagli che vengono operati nelle Finanziarie si ripercuotono gravemente sulla sicurezza), è diventata estremamente aggressiva. Sentirsi il fiato sul collo significa avere il timore che possa transitare una vettura di forze dell'ordine. E invece nulla. Le nostre strade, stiamo parlando di quelle ad alta densità di traffico, il più delle volte sono abbandonate a se stesse. Non ne parliamo di quelle interne.

Le prime telefonate giunte ai carabinieri ieri mattina di automobilisti che avevano notato il camion fermo quasi al centro della carreggiata parlavano di incidente stradale con feriti. Sono stati gli operatori del 118 ad accorgersi che si trattava di ben altro e che c'era un ragazzo morto. Le indagini sono indirizzate verso la guerra tra bande per il controllo del territorio, con tutto quello che comporta: droga, estorsioni, usura. Una guerra che ha coinvolto persone sotto certi aspetti insospettabili come quel Vincenzo Della Corte, cugino del sindaco di Francavilla Fontana, ammazzato la sera dell'8 ottobre a San Michele Salentino.

Nicola Canovari quando sarà possibile interrogarlo difficilmente dirà qualcosa. Al momento i carabinieri hanno sentito i suoi familiari, a cominciare dalla compagna Filomena Simeone. Ma, a quanto pare, nulla è emerso. Dovrebbero anche interrogare il fratello arrestato nei giorni scorsi dai poliziotti del commissariato di Ostuni, che lo bloccarono per strada e gli perquisirono la casa, trovando cocaina, hashish, una pistola, munizioni, congegni elettronici. Questa mattina, intanto, in Prefettura si è riunito il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. Erano presenti come sempre i vertici delle forze dell'ordine, con i quali è stato fatto il punto della situazione in previsione dell'incontro che si terrà questo pomeriggio a Francavilla con il sottosegretario all'interno Mantovano, funzionari dello Sco e del Ros.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra di mala, in attesa del supervertice si ascoltano i parenti del superstite

BrindisiReport è in caricamento