rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Guerriglia ultras, arresto Erchie

LECCE – C'è un primo arresto per la guerriglia innescata ieri dagli ultrà del Lecce alla fine della partita Lecce-Carpi: si tratta di Virgilio Coppola, 27 anni, di Erchie.

LECCE - C'è un primo arresto per la guerriglia innescata ieri dagli ultrà del Lecce alla fine della partita Lecce-Carpi che ha decretato la promozione della squadra emiliana in serie B e che ha provocato il ferimento di nove poliziotti, oltre che danneggiamenti e incendi. Si tratta Virgilio Coppola, 27 anni, di Erchie. È stato colto in flagranza di reato mentre lanciava sassi contro le forze dell'ordine. Insieme a lui sono stati denunciati un 33enne di Surbo, L.Z. e un 19enne di San Cesario, sono accusati di lancio di materiale pericoloso durante l'attività sportiva. Gli agenti della questura di Lecce ora stanno cercando gli altri responsabili.

Al triplice fischio dell'arbitro ieri allo stadio di Via Del Mare si è scatenato l'inferno. Dopo il rientro degli atleti e della quaterna arbitrale negli spogliatoi, mentre la squadra ospite festeggiava la promozione (strappata con un pareggio al 74esimo), un nutrito gruppo di tifosi della curva nord, in preda alla rabbia, ha scelto di esprimere il proprio dissenso nei confronti della società, sfondando una porta antipanico e invadendo il terreno di gioco.

Solo grazie all'intervento repentino ed efficace del servizio di sicurezza e delle forze di polizia presenti si è evitato che il gruppo di esaltati entrasse negli spogliatoi. La massa inferocita è stata rimandata con non poche difficoltà in curva. Successivamente, però, circa 400 ultras hanno tentato di raggiungere il settore riservato alla squadra locale dando inizio ad una fitta sassaiola contro le forze dell'ordine schierate.

All'esterno dello stadio alcuni tifosi con un grosso sasso hanno rotto il vetro di un "Mistubishi Pajero" del commissariato di Nardò, lanciando all'interno dello stesso un fumogeno che ha provocato l'incendio del veicolo. Durante la sassaiola altri due mezzi della polizia sono stati danneggiati. La situazione è tornata alla normalità intorno alle ore 20.30, con un bilancio più che negativo sotto ogni punto di vista.

Durante la guerriglia sei poliziotti della Questura di Lecce sono rimasti feriti, e tre del Reparto mobile di Taranto hanno riportato lesioni lievi. Il mesagnese Virgilio Coppola è il primo ad essere stato arrestato perché sorpreso mentre lanciava sassi alla polizia ma le indagini non si fermano. Gli agenti della Questura di Lecce sono intenzionati ad andare fino in fondo alla questione e a individuare tutti i responsabili degli scontri che hanno trasformato l'ultima giornata dei play-off in una vera e propria guerriglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerriglia ultras, arresto Erchie

BrindisiReport è in caricamento