Guida per chilometri contromano: anziano semina il panico sulla statale

Un automobilista: "Gli facevamo segno di fermarsi, ma lui proseguiva". I carabinieri riescono a farlo svincolare, dopo diversi tentativi andati a vuoto. Ritirata la patente di guida

BRINDISI – Ha guidato contromano per un lungo tratto di strada, nonostante diverse persone, fra automobilisti e forze dell’ordine, abbiano messo a rischio la propria incolumità, per cercare di fermarlo. Si sono vissuti momenti di grande concitazione ieri mattina (venerdì 31 agosto) sulla strada statale 7 che collega Brindisi a Taranto, a causa dell’anziano conducente di un motocarro Ape che ha imboccato contromano la carreggiata direzione Taranto, all’altezza del Circolo tennis di Mesagne. L’uomo non si rendeva minimamente conto di procedere nel senso di marcia sbagliato.  Un automobilista che ha vissuto quei momenti, ripercorre la vicenda.

“Abbiamo cercato in tutti i modi – racconta - di bloccarlo. Personalmente mi sono accostato, viaggiando dalla corsia opposta, gridando ‘fermati fermati’. Ma lui proprio non voleva saperne. Poi ho pensato che poteva essere pericoloso perché da lì a poco qualcuno poteva scontrarsi frontalmente e stando vicino rischiava anch'io”.

A quel punto gli automobilisti che procedevano verso Brindisi hanno iniziato ad avvertire quelli che viaggiavano sull’altra carreggiata, facendo segno con le braccia. Questo fino a quando non è arrivata una pattuglia di carabinieri della stazione di Latiano. “Ma anche loro non riuscivano a far desistere l’anziano – prosegue l’automobilista - che proprio non ne voleva sapere di ascoltare”. 

Così si è andati avanti fino all’ultimo svincolo per Mesagne, in prossimità del quale un militare “ha scavalcato il new jersey e gli ha sbarrato la strada”. Ma il pensionato, imperterrito, non accennava a fermarsi. “Dopodiché – racconta ancora il testimone - assieme ad una pattuglia della guardia di finanza, i carabinieri sono riusciti a fargli fare manovra e farlo uscire dalla statale”.

“Una volta sul ponte – prosegue il racconto – ho trovato un altro automobilistica che come me si era prodigato ad avvertire gli altri in affanno, con una mano sul petto. Subito mi sono avvicinato per prestargli soccorso. Lui mi ha raccontato che per chilometri ha intimato al conducente del motocarro di fermarsi. Fortunatamente, dopo essersi tranquillizzato, ci siamo stretti la mano e siamo risaliti sulle nostre auto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da quanto appreso, i carabinieri hanno proceduto con il ritiro della patente di guida del pensionato, un 84enne,  e contestato le sanzioni previste per la grave violazione delle norme al codice della strada. Oltre alla sanzione di pecuniaria di 321euro, sono stati decurtati 10 punti dalla patente di guida – come sanzione accessoria. Conseguente è stata la segnalazione all’Autorità Amministrativa per la sospensione del documento di guida e la revisione straordinaria della stesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Brindisi: i carabinieri scoprono undici furbetti del reddito di cittadinanza

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Era senza, gli prestano mascherina. Il capotreno lo fa scendere

Torna su
BrindisiReport è in caricamento