Cronaca

Guida sotto l’effetto di droga o alcol, auto e moto confiscate

Nel 2015 il Comune di Brindisi ha speso 12.200 euro per la rottamazione e la custodia dei mezzi. Il costo medio al giorno per ogni mezzo ammonta a 33,42 euro. Sempre a carico dell'Amministrazione

BRINDISI – Auto e moto confiscate per guida in stato di ebbrezza o sotto l’uso di sostanze stupefacenti: ogni volta che i vigili urbani applicano la sanzione per violazione al Codice della Strada, il Comune di Brindisi sostiene un costo. Che nel 2015 è stato pari a 12.200 euro.

Il conto è stato presentato di recente dalla ditta autorizzata come deposito giudiziario, dove trovano ricovero tutti i mezzi che vengono sottratti al conducente nei casi in cui viene messa a rischio la sicurezza stradale, oltre che l’incolumità di chi è al volante e dei passeggeri. Ed è ovviamente un costo a carico dell’Amministrazione comunale che, per legge, è tenuto a sostenere le spese legate alla custodia e alla rottamazione.

Poliziotti e vigili urbani sul luogo del sinistroL’importo è stato calcolato in relazione all’elenco dei mezzi, soprattutto auto e moto, finiti sotto confisca nei dodici mesi dell’anno passato, quando è stato accertato che il conducente era sotto “l’influenza dell’alcool” e tra questi c’è stato anche “chi esercita professionalmente l’attività di trasporto di cose, caso in cui il tasso alcolemico non può essere maggiore di 0,5 g/l” e quando è stato accertata la guida sotto l’influenza di stupefacenti. Ci sono stati, inoltre, casi in cui non sono stati osservati gli “obblighi inerenti la copertura assicurativa” e ancora casi in cui è stato accertato che la patente era scaduta e non era la prima volta.

La somma, quindi, è stata indicata nella fattura presentata al comando dei vigili urbani di Brindisi per la liquidazione e a voler fare un po’ di conti, si può dire che l’Amministrazione ha sostenuto un costo giornaliero – medio – pari a 33 euro e 42 centesimi. Per il pagamento il Comune ha attinto dal capitolo del bilancio 2015, l’ultimo di previsione approvato dal Comune, destinato al finanziamento delle “spese di rottamazione straordinaria dei veicoli sequestrati dalla polizia municipale”. A titolo di previsione era stati impegnati 25mila euro, iva compresa.

Dal comando della polizia municipale, viene rinnovato l’invito ad essere prudenti alla guida rispettando gli obblighi previsti dal Codice della strada, a partire dal corretto uso della cintura di sicurezza. Nelle ultime ore sono stati scoperti e multati i furbetti della cintura, così come gli automobilisti sorpresi a parlare al telefono senza l’uso di auricolari o senza ricorrere al vivavoce. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida sotto l’effetto di droga o alcol, auto e moto confiscate

BrindisiReport è in caricamento