menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Hai rubato la nostra droga": brindisino sequestrato dai compagni di villeggiatura

La vacanza si trasforma in un incubo per un giovane brindisino e un coetaneo barese che inconsapevolmente condividevano una casa a Gallipoli con due spacciatori barese

BRINDISI - Sono stati tenuti sotto sequestro a bordo di un’auto, con la minaccia di dover rendere conto di un furto di droga (mai commesso) a un presunto boss dello spaccio. Si è trasformata in un incubo la vacanza nel Salento di un ragazzo residente nel Brindisino e di un coetaneo barese. 

I due avrebbero inconsapevolmente condiviso un appartamento a Gallipoli con due pusher baresi di 18 e 20 anni. Quest’ultimi, dopo qualche giorno di villeggiatura, hanno accusato i due giovani di aver rubato una borsa contenente della sostanza stupefacente. Per questo, con il ricorso alla forza e all’intimidazione, sono stati costretti a salire a bordo di una Volkswagen Polo.

I sequestratori si sono messi in viaggio alla volta di Bari, dove i due sequestrati erano attesi dal loro "capo". Ma durante una sosta presso un autogrill nella zona di Monopoli, una delle due vittima, con la scusa di dover utilizzare i servizi igienici, ha chiesto aiuto alla polizia attraverso il numero di emergenza. 

Sequestrate anche dosi di cocaina 

I poliziotti del locale commissariato si sono subito diretti verso l’area di servizio. Qui hanno rintracciato la Volkswagen e hanno proceduto con l’arresto dei malviventi: uno di loro è stato trovato anche in possesso di 0,16 grammi di cocaina nascosti nella soletta di una scarpa. 

Gli inquirenti successivamente hanno individuato l'uomo definito “capo”, ovvero un barese sottoposto a regime di arresti domiciliari per reati in materia di stupefacenti, il quale ha cercato di contattare telefonicamente gli arrestati mentre si trovavano in commissariato. Indagini in corso per identificare eventuali ulteriori persone coinvolte nella vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento