Hascisc e coca, preso cegliese

CEGLIE MESSAPICA – Nella giornata di ieri, mercoledì 26 ottobre, i carabinieri di Ceglie Messapica hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il 41enne Vincenzo Palazzo, nei confronti del quale gravavano non infondati sospetti di attività connesse al mercato degli stupefacenti. Palazzo, come dimostrano i risultati del sequestro, non si occupava solo di “fumo”, ma anche di cocaina, negli ultimi anni penetrata in maniera estremamente preoccupante anche nella fasce dei più giovani contando su una offerta al dettaglio dai prezzi relativamente bassi.

Vincenzo Palazzo

CEGLIE MESSAPICA – Nella giornata di ieri, mercoledì 26 ottobre, i carabinieri di Ceglie Messapica hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il 41enne Vincenzo Palazzo, nei confronti del quale gravavano non infondati sospetti di attività connesse al mercato degli stupefacenti. Palazzo, come dimostrano i risultati del sequestro, non si occupava solo di “fumo”, ma anche di cocaina, negli ultimi anni penetrata in maniera estremamente preoccupante anche nella fasce dei più giovani contando su una offerta al dettaglio dai prezzi relativamente bassi.

Ceglie Messapica, peraltro, da tempo è anche una piazza tutt’altro che secondaria dello spaccio in grande stile di cocaina ed eroina, come dimostrano vari servizi condotti non solo dai carabinieri, ma anche dalla polizia e dalla guardia di finanza. Vincenzo Palazzo non è riuscito a mantenere il basso profilo che è confacente per uno spacciatore che agisce in una cittadina dove è difficile mimetizzarsi.

Così i carabinieri si sono presentati a casa di Palazzo sulla scorta di vari elementi raccolti in precedenza. Mancava solo una conferma “documentale”, ed è stata trovata: una panetto di hascisc già in parte utilizzato, ma ne restavano comunque 70 grammi, più 5 grammi di cocaina. Oltre al solito corredo di temperini, bilancino elettronico e quanto necessario per confezionare le dosi. Palazzo così il prossimo fine settimana salterà giro, e così – probabilmente – anche per i prossimi mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento