menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hascisc importato dalla Spagna: un uomo in carcere per scontare la pena

La giustizia presenta il conto a un mesagnese che nel marzo del 2015 ricevette un plico contenente 54 panetti di hascisc arrivato in aereo all'aeroporto di Milano/Malpensa

MESAGNE – La giustizia presenta il conto a un mesagnese che nel marzo del 2015 ricevette un plico contenente 54 panetti di hascisc arrivato in aereo all’aeroporto di Milano/Malpensa. Il 63enne F.F. sconterà in carcere la parte residua di una pena definitiva pari a due anni e 8 mesi di reclusione, per importazione di sostanza stupefacente.

L’uomo, già ristretto ai domiciliari, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi dai poliziotti del locale commissarito al comando del vicequestore Rosalba Cotardo, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni penali del Tribunale di Brindisi. 

I fatti ridalgono al marzo 2015, dopo che presso lo scalo lombardo era stato intercettato un plico proveniente dalla Spagna indirizzato appunto a F.F. e contenente 5 involucri di cellophane con 54 panetti di hashish. L’uomo fu arrestato in flagranza di reatop al momento della consegna “pilotata” del plico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento