rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Hashish nei pantaloncini, arrestata e scarcerata: aveva 23 dosi

Una ragazza di 25 anni ha tentato di disfarsi di una bustina con 50 grammi lanciandola sotto l'auto dei militari

BRINDISI - Cinquanta grammi di hashish in una bustina, nascosta nei pantaloncini. Droga dalla quale erano state già ricavate 23 dosi che una ragazza di 25 anni di Brindisi, incensurata, ha cercato di far sparire, dopo essere stata fermata dai carabinieri: M.B, 25 anni, ha lanciato il sacchetto sotto l'auto dei militari, è stato arrestata con l'accusa di spaccio e scarcerata dal gip, al quale il pm ha chiesto il processo per direttissima, rinviato a gennaio su richiesta del difensore.

L'arresto

Aula Metrangolo tribunale Brindisi 3-2La giovane è stata fermata la notte scorsa lungo una delle strade del centro storico di Brindisi. Erano quasi le quattro, era in compagnia di una ragazza e di un ragazzo. I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile li hanno notati passeggiare e accelerare il passo improvvisamente. Circostanza che ha detastato la curiosità dei militari, i quali per questo hanno deciso di fermare per un controllo i tre.

La droga

Una delle ragazze, avrebbe fatto scivolare sull'asfalto una bustina di colore giallo, spiengendola con un piede proprio sotto l'auto di servizio dei carabinieri: all'interno c'era droha. Hashish. Ma sulla provenienza e sulla destinazione, nulla ha detto la giovane.  Esito negativo hanno avuto le perquisizioni personali, svolte con l’ausilio di agenti della polizia locale. Una dose di hashish è stata trovata al giovane. Tutta la droga è stata posta sotto sequestro. Niente è emerso dalla perquisizione domicialiare.

Il processo per direttissima

La 25enne è stata trattenuta negli uffici del Comando in attesa del processo per direttissima chiesto dal pubblico ministero Manuela Pellerino. La ragazza questa mattina si è presentata in udienza, al fianco del suo avvocato di fiducia, Daniela d'Amuri, di fronte al giudice Francesco Cacucci.

La difesa

La penalista ha comunicato la decisione dell'indagata, accusata di spaccio di sostanza stupefacente, di avvalersi al momento della facoltà di non rispondere. Il legale, inoltre, ha chiesto termini a difesa e la scarcerazione della giovane tenuto conto del fatto che si tratta di una incensurata: mai prima dell'altra notte ha avuto problemi con la giustizia.

Il pubblico ministero non ha chiesto l'emissione di provvedimenti di custodia, ma l'obbligo di firma. Il giudice, dopo aver ascoltato le parti, ha disposto l'immediata scarcerazione della brindisina, fissando il processo a metà gennaio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hashish nei pantaloncini, arrestata e scarcerata: aveva 23 dosi

BrindisiReport è in caricamento