Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Rapina, estorsione, evasione e violazione degli obblighi: tre persone in carcere

Si sono aperte le porte della casa circondariale di Brindisi per tre persone residenti a Oria, Tuturano e San Pancrazio Salentino raggiunte da altrettanti provvedimenti restrittivi

Si sono aperte le porte della casa circondariale di Brindisi per tre persone raggiunte da altrettanti provvedimenti restrittivi. Il 58enne Alfredo Capone, di Ostuni, deve scontare la parte residua di una pena cumulativa pari a 3 anni, 4 mesi e 29 giorni di reclusione, per i reati di rapina ed estorsione, commessi nel Brindisino fra il 2008 e il 2009. L’uomo è stato accompagnato in carcere dai carabinieri della locale stazione, in esecuzione di un ordine di esecuzione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della procura generale della Corte d’appello di Lecce. 

E’ stato condannato per evasione, invece, il 55enne Nicola Doria, di Tuturano. L’uomo sconterà in carcere la parte residua di una condanna a 30 giorni di reclusione, come previsto da un ordine di esecuzione emesso dalla Procura di Brindisi. Il provvedimento gli è stato notificato dai carabinieri della locale stazione. 

Avrebbe in più occasioni violato gli obblighi che pendevano sul suo conto, invece, il 41enne Stefano Del Prete, di San Pancrazio Salentino. Questi è stato raggiunto da un provvedimento di sospensione della detenzione domiciliare emesso dalla Procura di Brindisi, a seguito di accertamenti effettuati dai carabinieri della locale stazione. Gli stessi lo hanno condotto in carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina, estorsione, evasione e violazione degli obblighi: tre persone in carcere

BrindisiReport è in caricamento