rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca San Pietro Vernotico

Commerciante derubato del marsupio: refurtiva subito recuperata dai carabinieri

Il responsabile incastrato da telecamere. Individuato dai carabinieri nel giro di poche ore dalla denuncia

SAN PIETRO VERNOTICO – Mai avrebbe sperato la vittima del furto di un marsupio di ritrovarlo nel giro di poche ore dalla denuncia con all’interno quasi tutto ciò che conteneva. Mancavano i contanti, circa 300 euro, ma c’erano ancora tutti i documenti con carnet di assegni ed effetti personali. È quanto accaduto a San Pietro Vernotico, la vittima, un commerciante che opera nel settore della cosmetica ringrazia i carabinieri.

Il momento del furto e le indagini

Il furto è stato perpetrato sabato scorso in via Principe Amedeo quando l’esercente stava caricando nella sua auto la merce da esporre da li a poco in una “fiera” che si sarebbe tenuta nella marina di Torre San Gennaro. In un momento di distrazione qualcuno si è impossessato del suo marsupio che era in auto, naturalmente aperta.

La scena è stata ripresa da alcune telecamere installate nella zona i cui fotogrammi intorno alle 13 di oggi sono stati consegnati ai carabinieri della locale stazione, diretta dal nuovo maresciallo Vincenzo Maci. Nel giro di poche ore il marsupio è tornato nelle mani del suo proprietario. A rubarlo uno straniero che i militari, profondi conoscitori del territorio, hanno individuato grazie all’abbigliamento. L’uomo è stato denunciato a piede libero.

I ringraziamenti all'Arma

“Ringrazio vivamente i carabinieri di San Pietro, non avrei mai immaginato di riavere il marsupio con tutto ciò che conteneva, naturalmente mancavano i soldi ma il resto era intatto”. Questo è l’esempio che la collaborazione dei cittadini è importante affinché le forze dell’ordine facciano bene il loro lavoro, denunciare e fornire testimonianze porta buoni frutti.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commerciante derubato del marsupio: refurtiva subito recuperata dai carabinieri

BrindisiReport è in caricamento