Cronaca

Natale a Brindisi, luci anche nei quartieri: colletta dei negozianti

Dai commercianti 40 euro a testa per incentivare lo shopping con 65 tiranti e 22 lampadari, dal Comune 10mila euro. Illuminazione a led in via Appia, viale Commenda, via Marche, via Cappuccini, via Osanna, via San Giovanni Bosco e via Imperatore Augusto

BRINDISI – Quaranta euro a testa dai commercianti dei quartieri Commenda, Cappuccini e Santa Chiara per accendere il Natale anche qui, più un contributo del Comune pari a diecimila euro: arriveranno le luci led anche in via Appia, viale Commenda, via Marche, via Cappuccini, via Osanna, via San Giovanni Bosco e via Imperatore Augusto, per regalare ai residenti e ai potenziali acquirenti un po’ del clima di festa e magari favorire lo shopping.

L’iniziativa ha preso forma e soprattutto colore, dalle tonalità del ghiaccio che fa molto Natale, negli ultimi giorni, dopo che qualcuno si è ricordato che nel programma degli interventi pensati dall’amministrazione comunale di Brindisi, mancava ogni riferimento alle periferie.

Se ne sono accorti dalla sede dell’associazione di categoria Confesercenti: il presidente Antonio D’Amore, dopo aver proposto le tradizionali casette di legno in centro, nel tratto compreso tra corso Umberto e piazza Vittoria, chiedendo un contributo pubblico, ha scritto al Comune per ottenere un altro sostegno, appunto per le luci di Natale negli altri quartieri. Qui, in caso contrario, non ci sarebbe stata festa, le strade sarebbero rimaste al buio.

“Lo scopo dell’iniziativa è illuminare le strade commerciali periferiche principali della città con circa 65 tiranti illuminanti delle tipologie  led prospettiva con ice-light, inserendo in maniera omogenea 22 lampadari a copertura delle seguenti vie: Appia, Cappuccini, Osanna, San Giovanni Bosco, Imperatore Augusto e via Marche”, si legge nella missiva indirizzata all’assessore alle Attività produttive, Giuseppe De Maria e al dirigente del settore Nicola Zizzi.

“In merito a viale Commenda, per motivi tecnici ma valorizzando al meglio una delle vie considerata piccolo centro commerciale cittadino, saranno predisposti dieci illuminanti cin bracci con stella led e pioggia di luci, sempre a led”. E ancora: “Le luminarie saranno di fattura estetica idonea alla omogeneizzazione dell’immagine cittadina soprattutto agli occhi di coloro che dal territorio provinciale hanno raggiunto il capoluogo per effettuare lo shopping natalizio e in modo da valorizzare i commercianti che sosteranno l’iniziativa”.

La quota contributiva per ogni negozio è pari a 40 euro, mentre il costo di ogni elemento luci ammonta a 150. Quanto al costo per l’energia elettrica, è stata prevista una spesa di 1.652 euro, a cui si aggiungono duemila euro per il “personale che si occuperà della raccolta delle quote, della coordinazione del montaggio e manutenzione degli addobbi durante il periodo delle feste”.

Il Comune ha riconosciuto la somma di diecimila euro che va ad aggiungersi all’impegno di spesa per 68mila euro previsti per illuminare il Centro e all’ulteriore voce di costo pari a 175mila euro a titolo di copertura per le manifestazioni in programma dal prossimo 8 dicembre sino al 7 gennaio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale a Brindisi, luci anche nei quartieri: colletta dei negozianti

BrindisiReport è in caricamento