Cronaca Contrada Torre Rossa

I dimenticati di Torre Rossa ancora senza fogna, e con strade disastrate

La situazione in cui versa la zona Torre Rossa di Tuturano, frazione di Brindisi, ormai è ingestibile. Da più di un anno dall'interruzione dei lavori di installazione nel sottosuolo dell'impianto idrico e fognario, Torre Rossa è soggetta a frequenti allagamenti, che costringono gli abitanti, nei periodi di pioggia abbondante, a non poter quasi uscire da casa

TUTURANO  – La situazione in cui versa la zona Torre rossa di Tuturano, frazione di Brindisi, ormai è ingestibile. Da più di un anno dall’interruzione dei lavori di installazione nel sottosuolo dell’impianto idrico e fognario, Torre Rossa è soggetta a frequenti allagamenti, che costringono gli abitanti, nei periodi di pioggia abbondante, a non poter quasi uscire da casa. Inoltre, l’interruzione dei lavori ha lasciato la zona completamente dissestata. Il terreno è costellato di buche e vere e proprie voragini che sono state “tappezzate alla meno peggio”, dice Vincenza Capriati, abitante di Torre Rossa Allagamenti a Torre Rossa 2-2che ha deciso di segnalare il problema alla redazione di Brindisi report. 

Facciamo un passo indietro e Vincenza racconta che, da quarant’anni circa, Torre Rossa è sprovvista di un impianto idrico e fognario. “Le famiglie potevano contare solo sull’acqua di pozzo e sulla fossa biologica. Poi sono stati stanziati dei fondi regionali, ed i lavori per l’impianto idrico e fognario sono iniziati più di un anno fa, ma noi ne abbiamo chiesto l’interruzione, poiché sulla mappa dei lavori, noi abitanti avevamo notato delle  incongruenze”. 

In pratica, racconta Vincenza, sulla piantina dei lavori solo alcune vie erano state inserite nel progetto di installazione dell’impianto, mentre altre erano state lasciate fuori. La beffa sta nel fatto che le vie annoverate erano proprio quelle disabitate, mentre alcune di quelle abitate erano escluse. Gli abitanti interessati, allora, hanno deciso di far interrompere i lavori affinché questo problema fosse risolto. 

“Dopo varie discussioni sono arrivati sul posto l'assessore Allagamenti a Torre Rossa 6-2Luperti (assessore all’Urbanistica, ndr) con il geometra Pietro Cafaro (all’epoca del sopralluogo dirigente del settore Lavori Pubblici del Comune di Brindisi, ndr), che ci gettarono fumo negli occhi e promisero che ci sarebbe stata una variante per le vie che non erano state inserite sulla mappa lavori. E in più aggiunsero che prima di fare gli allacci idrici e fognari alla rete diretta, avrebbero finito il passaggio nelle vie dimenticate: via del Limone, dove ci abitano quattro famiglie, via delle Pesche, dove ci sono altre quattro famiglie, e via Verdi”.

La situazione, attualmente, a distanza di un anno dai lavori, è che gli allacci alla rete diretta sono in fase di realizzazione proprio in questi giorni, solo per quelle vie che erano state annoverate nel progetto, nonostante fossero disabitate. Le altre vie, e quindi le altre abitazioni e famiglie, continuano ad usufruire del pozzo e della fossa biologica, con le strade completamente dissestate. Allagamenti a Torre Rossa-2

“Noi paghiamo regolarmente Imu e spazzatura, e abbiamo diritto che anche le nostre case abbiano un impianto a regola, dato che  la regione ha stanziato i fondi, che però il comune dice di aver finito”.  Dopo aver presentato vari esposti presentato al comune, i residenti hanno contattato direttamente la Regione, la quale ha comunicato loro che la competenza è dell’assessore del territorio, ma che vista la situazione si sarebbero mossi per inoltrare questa richiesta direttamente al comune.

Molte persone dunque sono in attesa di risposte, vista la situazione di emergenza, almeno per riparare il dissesto causato dai lavori lasciati incompleti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I dimenticati di Torre Rossa ancora senza fogna, e con strade disastrate

BrindisiReport è in caricamento