menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I lavoratori della Santa Teresa bloccano l'ingresso della Provincia

I lavoratori della ditta Santa Teresa si sono piazzati all'esterno della sede della Provincia di Brindisi. Sul posto si sono recati poliziotti e carabinieri. Alcuni dipendenti dell'ente sono entrati, altri sono rimasti fuori

BRINDISI – I lavoratori della ditta Santa Teresa si sono piazzati all’esterno della sede della Provincia di Brindisi. Sul posto si sono recati poliziotti e carabinieri. Alcuni dipendenti dell'ente sono entrati, altri sono rimasti fuori. In questo modo i lavoratori della società in house hanno dato un nuovo impulso a una mobilitazione in atto da settimane.

Già nella giornata di ieri (5 luglio) i dipendenti si erano riuniti in assemblea permanente presso il salone di rappresentanza. Il loro malcontento è legato, come noto, all’utilizzo del finanziamento pari a 5,8 milioni di euro originariamente destinati alla realizzazione di un impianto di compostaggio che la Regione si sta accingendo a sbloccare.

Polizia all'esterno della Provincia-2

L’amministrazione provinciale intende utilizzare tale somma per l’intero personale dell’ente, che ha subito nuovi tagli dal governo centrale pari al 150 per cento delle entrate previste. I sindacalisti che rappresentano i lavoratori della Santa Teresa chiedono invece che quei soldi siano destinati interamente alla società partecipata.

Fra l’altro l’ente giorni fa ha comunicato ai responsabili sindacali che contestualmente alla proroga di un mese degli affidamenti, in scadenza a fine giugno, è concreta la possibilità che possano essere avviate anche le procedure di mobilità dei 122 lavoratori della società in house, cosa che ne prefigurerebbe il licenziamento.

Lavoratori della Santa Teresa all'esterno della Provincia-2

La questione verrà affrontata lunedì prossimo (11 luglio) in prefettura, dove è stato convocato un vertice al quale prenderanno parte i rappresentanti della task force regionale sulle emergenze occupazionali, i vari enti coinvolti e le forze politiche territoriali. 

La situazione ovviamente è tesa in questi minuti all’esterno del palazzo, dove vi sono decine di persone, fra dipendenti della Santa Teresa e della Provincia. 

Maurizio Bruno e Roberto Aprile-2

Poco prima delle ore 11 un gruppo di manifestanti si è staccato dalla Provincia e si è spostato in via Osanna, dove all'esterno della sede provinciale del Partito democratico ha intercettato il presidente dell'ente Maurizio Bruno (foto in alto), recatosi lì per presiedere una conferenza stampa sulla situazione del Pd, nelle vesti di segretario provinciale dei democratici.

Sotto gli sguardi dei poliziotti della Digos e dei carabinieri, Bruno ha avuto un faccia a faccia con il segretaripo provinciale del sindacato Cobas, Roberto Aprile. Il presidente ha ribadito ai lavoratori il proprio impegna politico, spuegando però che resta il problema tecnico contabile del trasferimento materiale dei fondi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Alimentazione

I motivi per cui il peso varia da un giorno all'altro

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Mama Park e GolosOasi: la famiglia Dellomonaco vi aspetta

  • social

    Mesagne, “Il forno di Erasmo” sulla guida Gambero Rosso

  • social

    Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento