Cronaca

Primarie dei moderati, alla fine passa Angela Carluccio

L'avvocato sostenuto da Noi Centro totalizza 1.973 preferenze, Pietro Guadalupi di CoR ne raccoglie 1589, mentre Vincenzo Boccuni di Impegno sociale si ferma a 854. Lo spoglio terminato a notte inoltrata: "Grazie per la fiducia, ora lavoriamo insieme per fare diventare Palazzo di città, il Palazzo dei cittadini"

Angela Carluccio

BRINDISI – L’avvocato Angela Carluccio è il candidato sindaco che i moderati della cosiddetta Grande coalizione hanno scelto passando dalle primarie di domenica 10 aprile: l’esponente di Noi Centro ha raccolto 1973 preferenze, superando di 384 schede Pietro Guadalupi, di CorR, laureando in Giurisprudenza che le ha tenuto testa schizzando in avanti nella “sua” Tuturano, mentre il maresciallo Vincenzo Boccuni sostenuto da Impegno sociale si è fermato a 854.

gazebo primarie 11-2I risultati del conteggio delle schede delle primarie sono arrivati a notte inoltrata, attorno alle 3, quando sul registro affidato al notaio Michele Errico, indicato come il garante delle operazioni, sono stati annotati i numeri che hanno fatto la differenza e che hanno valore elettorale, dal momento che hanno portato all’incoronazione di Carluccio, 43 anni, mamma di tre figli, come candidato a tutti gli effetti dello schieramento dei moderati. Lo spoglio è avvenuto nel salone di rappresentanza del Comune di Brindisi.

La professionista, nata e cresciuta a Brindisi, peraltro figlia di un ex primo cittadino, ha seguito lo spoglio delle schede sino a tardi, e subito dopo l’annotazione dell’ultima ha stretto la mano agli altri contendenti scesi in campo nelle primarie organizzate, in breve tempo, dai moderati, squadra imbastita dagli ex sostenitori del sindaco Mimmo Consales, con quelli del Pd che saranno espulsi automaticamente dal partito non appena figureranno in liste alternative, Impegno sociale dell’inossidabile Carmelo Palazzo, i centristi che fanno capo a Massimo Ferrarese con le liste Noi Centro e Brindisi prima di tutto e i Conservatori e riformisti di Raffaele Fitto, i quali sono sempre stati all’opposizione nel governo cittadino, caduto per mano della Procura con l’inchiesta sull’affidamento in gestione dell’impianto di Cdr alla società Nubile.

"Ringrazio tutti per l'attestazione di fiducia che mi è stata attribuita e che mi dà ulteriore forza per continuare un percorso lungo e difficile, ma il cui traguardo dobbiamo raggiungere tutti insieme", dichiara Angela Carluccio dopo l’affermazione alle primarie della Grande coalizione di Centro per la candidatura a sindaco.

"Da questo momento non sono più solo il candidato di Noi Centro ma dell'intera Grande coalizione e lavorerò fianco a fianco con Pietro Guadalupi, Vincenzo Boccuni e con gli alleati per costruire un futuro credibile per questa città”. Il primo obiettivo? “Ci concentreremo già da domani mattina (ndr) sulla redazione di un progetto chiaro da presentare agli elettori con i quali ci confronteremo quotidianamente per individuare i primi obiettivi da raggiungere”.

“La nostra idea è infatti quella di un Palazzo di Città che diventi il Palazzo dei Cittadini ed è da qui, da una vera comunione di intenti, che inizierà il nostro viaggio per regalare un volto diverso e un nuovo destino alla nostra Brindisi".

Archiviate le primarie, quindi, si guarda avanti anche facendo riferimento ai dati sull’affluenza a questo primo esperimento di scelta del candidato sindaco affidato ai brindisini: ad andare a votare sono stati 4.4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie dei moderati, alla fine passa Angela Carluccio

BrindisiReport è in caricamento