rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

I vigili presentano il loro bilancio

BRINDISI – Quattro incidenti mortali su 638 rilevati e di questi la maggior parte (il 55,33 per cento) con soli danni ai veicoli. Sono questi i numeri più significativi del bilancio degli interventi degli agenti della polizia municipale nel territorio di Brindisi, per l'anno appena trascorso. Dati confortanti considerato il gran numero di mezzi in circolazione sulle strade del capoluogo.

BRINDISI - Quattro incidenti mortali su 638 rilevati e di questi la maggior parte (il 55,33 per cento) con soli danni ai veicoli. Sono questi i numeri più significativi del bilancio degli interventi degli agenti della polizia municipale nel territorio di Brindisi, per l'anno appena trascorso. Dati confortanti considerato il gran numero di mezzi in circolazione sulle strade del capoluogo.

Questi e molti altri dati sono stati resi noti questa mattina durante i festeggiamenti in occasione del 145° anniversario della fondazione del corpo della polizia municipale che ricorre domani con la commemorazione di San Sebastiano, protettore dei vigili urbani. Per l'occasione sarà celebrata una santa messa alle 10 presso la chiesa di San Benedetto.

Durante la cerimonia di oggi, oltre alla presentazione del resoconto delle attività del 2012, sono state consegnate due targhe ricordo ai due vigili andati in pensione: il capitano Giuseppe e il maresciallo Prete. Sono stati dati gradi onorifici a sei marescialli che, come da regolamento di polizia municipale, in base agli anni di servizio sono diventati maresciallp maggiore da maresciallo capo.

"Il 145° Anniversario della Fondazione del Corpo, unitamente alla ricorrenza del Santo Patrono - San Sebastiano Martire, costituisce un momento di riflessione per questo nostro essere presenze attive e dinamiche nella comunità locale - ha spiegato questa mattina Teodoro Nigro, capo della polizia municipale di Brindisi -. La Polizia Municipale negli ultimi dieci,quindici anni in particolare, assolve, con ragguardevole efficienza e visibilità, all'importante ruolo di "regolatrice della vita di tutti i giorni nello spazio pubblico urbano".

"Quest'ultima espressione anche tenuto conto del nuovo e dinamico ruolo che il sindaco riveste nella trattazione del tema della sicurezza pubblica e urbana, condensa il significato di operatore pubblico al servizio di una comunità organizzata: oltre a regolare e a disciplinare il traffico, i nostri agenti contrastano le condotte di guida pericolose, tutelano i consumatori, garantiscono il rispetto delle regole commerciali, dell'edilizia, dell'ambiente e della nettezza urbana e osservano il vasto e complesso territorio urbano composto, tra l'altro, da molti e pregevoli beni demaniali ed artistici".

Durante l'anno appena trascorso ci sono stati dei settori cui è stata prestata maggiore attenzione. Primo fra tutti la "sicurezza stradale" sulle strade comunali che è stata messa in atto sia con vere e proprie lezioni di "educazione stradale" nelle scuole di ogni ordine e grado che con una maggiore presenza, sistematica, di pattuglie destinate al controllo della velocità in tutti i quartieri periferici dove maggiore è il rischio di sinistri stradali dovuti al non rispetto dei limiti di velocità e più in generale delle regole di prudenza alla guida allontanando ogni ipotetico rischio e danno per sé e per altri.

"Un maggior uso di segnaletica stradale luminosa e di preavviso costituiscono un validissimo apporto tecnologico da continuare a seguire in vari punti della città fondamentali e in forte crescita sono stati i risultati dei numerosi controlli della Sezione edilizia e di quella Ambientale ecologica, impegnate sul non facile fronte del controllo e del rispetto delle normative edilizio - urbanistiche e sanitarie su di un territorio vasto e poco attento, a volte, al rispetto delle norme di igiene e sanità nonché di quelle edilizio urbanistiche".

Un altro ramo che nell'ultimo hanno è stato rafforzato è quello riguardante il controllo Annonario e commerciale che si è concretizzato con interventi nei vari mercati rionali e in particolare nell'area urbana della Commenda, dei quartieri Cappuccini e Sant' Angelo dove si concentrano la maggior parte dei venditori ambulanti abusivi. "E' in corso, tra l'altro, una attività ricognitiva dell'area mercatale più popolosa della città, il mercato di Santa Maria Ausiliatrice, finalizzata a renderla più idonea e confacente anche ai criteri di complessivo decoro urbano nell'attesa dell'imminente trasferimento nei capannoni di viale Risorgimento".

"Appare importante sottolineare come dal due gennaio sono in servizio - nei quartieri Commenda e Cappuccini - quattro unità appiedate nelle strade ad alto tasso di ingorgo e circolazione cioè dove i fenomeni della sosta e fermata irregolare risultano all'ordine del giorno". Nell'anno appena trascorso, inoltre, unitamente alla collaborazione di molti componenti il corpo di ogni ordine e grado, si è proceduto anche all'esecuzione di 45 decreti di sgombero. "Si è altresì effettuato un monitoraggio delle occupazioni degli immobili comunali per oltre duecento unità immobiliari procedendo alla verifica degli occupanti".

"La continua diminuzione di risorse umane dovuta ai continui pensionamenti che vedono 73 i componenti il corpo (contro le previste140 - 150 unità in pianta organica), deve essere considerata una situazione di ulteriore dinamico stimolo a far bene. E' noto come le attuali normative costringono, loro malgrado, gli enti territoriali a contrarre molto la spesa corrente per il personale anche nel caso (ed quello del Comune di Brindisi) in cui si sia e si rimanga virtuosi sia nella gestione che nel bilancio d'esercizio".

"Invito pertanto tutti - ha concluso Nigro - a tenere nella giusta misura l'eventuale problema del numero delle risorse umane in quanto in una struttura organizzata, solo l'intersecazione tra le professionalità, le esperienze e le funzioni può dare un livello di efficienza che guarda esclusivamente al benessere pubblico rifuggendo dal particolarismo speculativo e personale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I vigili presentano il loro bilancio

BrindisiReport è in caricamento