rotate-mobile
Cronaca

"I violenti fermati non erano dei nostri"

BRINDISI - Tra gli arrestati per gli scontri di Roma con precedenti specifici ci sono un ventunenne anarchico di Lecce, studente a Bologna, fermato ieri dalla Digos in via Merulana; un giovane di 22 anni già denunciato per aver preso parte ad un rave in passato; una ragazza romana di 29 anni, un ragazzo di 21 anni di Brindisi, un catanese di 23 anni. Tra i fermati ci sono quattro donne.

BRINDISI - Tra gli arrestati per gli scontri di Roma con precedenti specifici ci sono un ventunenne anarchico di Lecce, studente a Bologna, fermato ieri dalla Digos in via Merulana; un giovane di 22 anni già denunciato per aver preso parte ad un rave in passato; una ragazza romana di 29 anni, un ragazzo di 21 anni di Brindisi, un catanese di 23 anni. Tra i fermati ci sono quattro donne.

Il gruppo Indignados di Brindisi, in merito alle notizie sul coinvolgimento di brindisini negli scontri della manifestazione romana, "tiene a precisare che il gruppo organizzato di Brindisi non è assolutamente coinvolto. Siamo partiti in 150 con tre pullman da Brindisi per vivere una manifestazione assolutamente pacifica e siamo tutti ritornati nelle prime ore del mattino di domenica. Purtroppo gruppi assolutamente minoritari con la loro violenza hanno oscurato le ragioni della nostra indignazione".

Naturalmente i black bloc non viaggiano in pullman con gli altri, ma appartengono ad una rete su cui i reparti investigativo delle varie forze dell'ordine stanno lavorando. Tra l'altro, tra i fermati e gli arrestati ci sono anche ultras della Roma e della Lazio, notoriamente di destra, ma anche alcuni del Livorno. Qui la politica non c'entra niente, si tratta di versione pura forse con una regia occulta.

Intanto gli indignati brindisini ribadiscono che "siamo andati in piazza come parte di un movimento mondiale che chiede un profondo cambiamento rivendicando diritti e politiche sociali a sostegno dei giovani sempre più precari, dell'occupazione e del welfare.  La nostra è e sarà sempre una indignazione assolutamente pacifica. Condanniamo quindi gli episodi di violenza avvenuti ieri a Roma".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I violenti fermati non erano dei nostri"

BrindisiReport è in caricamento