rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

IdV: "Basta con i passaggi a livello"

BRINDISI - Dopo l'incidente ferroviario di lunedì scorso 24 settembre al passaggio a livello di Pozzo Faceto, nei pressi della stazione di Cisternino, dove ha perso la vita il macchinista alla guida dell'Eurostar Freccia Argento, Giuseppe Campanella di 49 anni di Acquaviva delle Fonti, l'Italia dei Valori di Brindisi, attraverso il suo segretario provinciale Lorenzo Caiolo, lancia l'appello agli enti preposti, per sopprimere tutti i passaggi a livello del territorio brindisino, sostituendoli con opere adeguate, per evitare altre tragedie.

BRINDISI - Dopo l'incidente ferroviario di lunedì scorso 24 settembre al passaggio a livello di Pozzo Faceto, nei pressi della stazione di Cisternino, dove ha perso la vita il macchinista alla guida dell'Eurostar Freccia Argento, Giuseppe Campanella di 49 anni di Acquaviva delle Fonti, l'Italia dei Valori di Brindisi, attraverso il suo segretario provinciale Lorenzo Caiolo, lancia l'appello agli enti preposti, per sopprimere tutti i passaggi a livello del territorio brindisino, sostituendoli con opere adeguate, per evitare altre tragedie.

La protesta contro i passaggi a livello è già partita dal coordinamento dei macchinisti italiani dopo poche ore dall'incidente tra il treno e il Tir a Pozzo Faceto. "In questa dolorosissima circostanza l'Idv di Brindisi è vicina alle famiglie coinvolte dal tragico fatto, - dichiara il segretario Idv Lorenzo Caiolo - fermo restando che pur in tanto dolore sarà necessario chiarire al meglio cosa sia avvenuto e soprattutto come poteva evitarsi. Non puntiamo il dito contro nessuno. Tuttavia è un dato di fatto che di incidenti ai passaggi a livello se ne verifichino troppi. Quindici le vittime solo nell'ultimo anno in Puglia."

Nel 2001 era già stata avviata la pratica per la costruzione a Pozzo Faceto di un opera sostitutiva ovvero un cavalcaferrovia. Ma purtroppo dopo undici anni il passaggio a livello di Pozzo Faceto non è stato mai soppresso e non è stato avviato nessun progetto. "Nel 2012, - continua il segretario dell' Idv - dopo anni di controversie varie, di aggiornamenti di progetto e di sospensione dei lavori, il passaggio a livello è ancora lì. I ritardi sono evidenti. Non conosciamo le reali responsabilità, ma i ritardi deleteri ci sono stati come in tanti lavori pubblici".

"Una più grave tragedia è stata evitata solo grazie alla solerzia del macchinista deceduto. - ha concluso Caiolo - Ai Comuni, Provincia, Regione e Rete Ferroviaria Italiana, chiediamo con forza la soppressione di tutti i passaggi a livelli che insistono sulle linee ferroviarie del nostro territorio per evitare altre tragedie e non dover piangere altri morti". Inoltre, l'Italia dei Valori della sezione di Brindisi, fa sapere che attraverso il senatore Giuseppe Caforio, suddetta richiesta verrà portata anche in Parlamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IdV: "Basta con i passaggi a livello"

BrindisiReport è in caricamento