menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dietro la recinzione, la tigre Samir

Dietro la recinzione, la tigre Samir

Il 5 autopsia sulla tigre Samir

FASANO - Si svolgerà il 5 agosto l'esame autoptico che dovrà fare chiarezza sulle cause della morte della tigre Samir, che era stata accolta allo Zoosafari di Fasano dopo l'incidente nell'ex parco Martinat di Pinerolo, costato la vita a Mauro Legeard.

FASANO - Si svolgerà il 5 agosto l'esame autoptico che dovrà fare chiarezza sulle cause della morte della tigre Samir, che era stata accolta allo Zoosafari di Fasano dopo l'incidente nell'ex parco Martinat di Pinerolo, dove la persona che accudiva i felini, il 72enne Mauro Legeard, era stato mortalmente ferito dopo essere entrato per eccesso di confidenza nella gabbia delle tigri con un secchio di carne, scatenando un epispdio di frenesia alimentare.

La conferma dell'autopsia arriva da Fabio rausa, direttore zoologico dello Zoosafari di Fasano: "La tigre Samir è stata trasportata il 30 luglio scorso, accompagnata dal Sct del Corpo Forestale di Bari, presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Foggia. Abbiamo consegnato tutta la documentazione e siamo impazienti di conoscere l'esito dell'esame necroscopico. E' un approfondimento diagnostico che proprio il sottoscritto ha voluto e preteso con determinazione sin dalla scoperta del decesso e sempre il sottoscritto ha immediatamente convocato sul posto tutte le Autorità competenti per i rilievi del caso".

"Si è chiesto ed ottenuto inoltre che la necroscopia venga effettuata anche alla presenza di veterinari - prosegue Rausa - eventualmente designati da terzi in veste di osservatori, che potranno fare richiesta in tal senso direttamente all'Istituto. Saremo in contatto costante con i veterinari ministeriali dell'Istituto Zooprofilattico e quelli della Asl che effettueranno la necroscopia il prossimo 5 agosto. E' nostro interesse che sia fatta chiarezza ed attendiamo un responso al più presto, sia dal punto di vista anatomo-patologico che da quello tossicologico, per chiarire una volta per tutte la causa del decesso e spegnere le assurde polemiche che tanto hanno offeso sia noi che la memoria di Samir".

Samir, un esemplare maschio di sei anni apparentemente in buone condizioni, è stato trovato privo di vita pochi giorni addietro nel recinto in cui stava osservando un periodo di necessario ambientamento prima di essere aggregato alla comunità di 25 tigri dello Zoosafari. Samir era stato sedato prima di intraprendere il lungo trasferimento dalla provincia di Torino sino alla Puglia. Ogni cosa sarà valutata anche in sede di esami istologici e tossicologici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento