menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un bus della Stp

Un bus della Stp

Il bus della paura, autista a giudizio

BRINDISI - Autista della Stp rinviato a giudizio per sequestro di persona. Finirà a processo la vicenda di una passeggera di un autobus di linea a cui nonostante le reiterate richieste il conducente impedì di scendere dal mezzo. L'udienza è stata fissata dal giudice per le indagini preliminari per il 2 luglio prossimo dinanzi al tribunale di Brindisi. A processo l'autista 50enne della Società Trasporti Pubblici, Antonio Serinelli, accusato di sequestro di persona da una 45enne del capoluogo, assistita dall'avvocato Danilo Di Serio.

RINDISI - Autista della Stp rinviato a giudizio per sequestro di persona. Finirà a processo la vicenda di una passeggera di un autobus di linea a cui nonostante le reiterate richieste il conducente impedì di scendere dal mezzo. L'udienza è stata fissata dal giudice per le indagini preliminari per il 2 luglio prossimo dinanzi al tribunale di Brindisi. A processo l'autista 50enne della Società Trasporti Pubblici, Antonio Serinelli, accusato di sequestro di persona da una 45enne del capoluogo, assistita dall'avvocato Danilo Di Serio.

Era il 7 giugno dell'anno scorso quando la vicenda si consumò. La signora salì sull'autobus numero 26 che da Bozzano conduce dopo diverse fermate al capolinea dell'ospedale Perrino. Nel corso del tragitto la donna rimase l'unica passeggera a bordo e dopo aver chiesto chiarimenti sul cambiamento di percorso rispetto a quello originale, ricevendo risposte sgarbate chiese all'autista di scendere subito, ma l'autista anziché assecondare le richieste della passeggera proseguì nel suo giro, sostando anche una decina di minuti nei pressi della fermata del Circolo Tennis.

La signora spaventata dal fatto avvisò il marito che sollecitò l'intervento dei carabinieri che contattarono anche i dirigenti dell'azienda i quali, insieme con i militari, intimarono a Serinelli di fermarsi al capolinea del Perrino. Scesa dal mezzo la donna sporse denuncia per sequestro di persona. Il gip ha riconosciuto la fondatezza della denuncia rinviando a giudizio l'autista. La donna si già è intanto costituita parte civile.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brindisi usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento