Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Il Cipe assegna definitivamente i fondi per la messa in sicurezza dell'area Sin

Così come previsto, il Cipe (Comitato Interministeriale di Programmazione Economica) ha deliberato l'assegnazione definitiva dei 25 milioni di euro stanziati per il finanziamento degli interventi proposti dagli Enti territoriali competenti per il Sito di Interesse Nazionale (Sin) di Brindisi e funzionali all'attuazione dell'accordo di programma per la messa in sicurezza e la bonifica dell'area del Sin

BRINDISI - Così come previsto, il Cipe (Comitato Interministeriale di Programmazione Economica) ha deliberato l’assegnazione definitiva dei 25 milioni di euro stanziati per il finanziamento degli interventi proposti dagli Enti territoriali competenti per il Sito di Interesse Nazionale (Sin) di Brindisi e funzionali all'attuazione dell'accordo di programma per la messa in sicurezza e la bonifica dell’area del Sin di Brindisi del 18 dicembre 2007. 

A renderlo noto è il senatore del Partito Democratico Salvatore Tomaselli, il quale esprime soddisfazione “per l’esito positivo di questo lungo e complesso lavoro di definizione che è stato reso possibile grazie ad una sinergica e puntuale collaborazione tra il Ministero dell’Ambiente, il Comune di Brindisi, la Provincia di Brindisi, il Consorzio Asi  e la Regione Puglia. Va ricordato – prosegue il senatore del Pd - che si tratta dei 25 milioni di euro ‘recuperati’ grazie ad un emendamento alla legge di stabilità 2014 che, in quell'occasione, ho redatto e concordato con i Ministeri dell’Economia e dell’Ambiente e che prevedeva che fosse proprio il Cipe, su proposta del ministero dell'Ambiente, a provvedere a tale assegnazione di risorse a valere, per l'anno 2014, sul Fondo sviluppo e coesione".

"Con quella norma fu possibile sanare il ‘vulnus’ ai danni del territorio dovuto alla sostanziale acquisizione del bilancio dello Stato negli anni scorsi delle risorse versate dalle imprese che avevano sottoscritto i contenuti del citato accordo di programma. Oggi, il Cipe ha deliberato affinchè siano rese disponibili le risorse al territorio per la cantierizzazione degli interventi, decisivi per liberare una grande porzione di area industriale e riattivare un virtuoso processo di attrazione di investimenti”. 

"Voglio ringraziare - continua il Sen. Tomaselli - per l'impegno profuso verso il  positivo esito di questo lungo iter, il Ministro Galletti e la struttura del Ministero dell'Ambiente ed il Sottosegretario Luca Lotti per aver, nelle scorse settimane, prontamente accolto il mio sollecito ad inserire quanto prima nell'agenda del Cipe il provvedimento in questione."

Gli interventi che verranno finanziati riguarderanno, nel particolare, l’analisi di rischio specifica di diverse decine di lotti dell'area industriale di Brindisi, la caratterizzazione del Villaggio residenziale San Pietro ed aree confinanti di interesse pubblico, la messa in sicurezza e la bonifica delle falde freatiche di Costa Morena e di Fiume Grande, compresi i necessari impianti per il trattamento delle acque di falda.

“Ora - conclude il sen. Tomaselli - auspico che già nelle prossime settimane si possa insediare uno specifico lavoro comune tra gli enti locali interessati, dal Comune alla Provincia all'Asi, per la immediata attuazione e cantierizzazione degli interventi previsti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cipe assegna definitivamente i fondi per la messa in sicurezza dell'area Sin

BrindisiReport è in caricamento