menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La preside disillusa: "I vandalismi? Non è la prima volta e accadrà ancora"

“Sono sconcertata da questi episodi e disillusa dal fatto che possano cessare”. Parole della dott. Elvira D’Alò, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Santa Chiara di Brindisi, raggiunta da BrindisiReport.it dopo l’ennesima incursione di ignoti che, nottetempo, si sono introdotti nella scuola media Marco Pacuvio

BRINDISI - “Sono sconcertata da questi episodi e disillusa dal fatto che possano cessare”. Parole della dott. Elvira D’Alò, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Santa Chiara di Brindisi, raggiunta da BrindisiReport.it dopo l’ennesima incursione di ignoti che, nottetempo, si sono introdotti nella scuola media Marco Pacuvio, in via Palmiro Togliatti, distruggendo, e portandosi via l’intero incasso, circa 200 euro, dei distributori automatici presenti nell’istituto scolastico.

La preside, Elvira D'Alò“Dal 2007, anno in cui ho iniziato a rivestire questa carica, ad oggi, ho dovuto sporgere decine di denunce verso ignoti - continua la dirigente - è una situazione che, dati alla mano, va peggiorando. Purtroppo il fatto di non essere identificati dà la forza a questi individui di continuare a colpire. È facile pensare di farla franca, l’impunità è il fattore più importante per ladri e vandali”.

Non è la prima volta, infatti, che l’istituto comprensivo Santa Chiara venga preso di mira. “Da anni, insieme ai comitati dei genitori, cerchiamo di attrezzare l’istituto di un sistema di video sorveglianza. Fintanto che non potrà essere realizzato, siamo impotenti verso queste azioni. L’istituto Santa Chiara, che comprende la scuola media Marco Pacuvio, la scuola primaria Don Milani e la scuola d’Infanzia J.Piaget - S. Giovanni Bosco, con i suoi giardini offre un’occasione ghiotta a chi vuole introdursi negli edifici senza essere visto, un sistema di video sorveglianza potrebbe fare da deterrente”.

Chi, questa notte, si è introdotto all’interno della scuola media ha approfittato di una finestra vicino alla segreteria, e una volta dentro ha preso di mira i distributori automatici, distruggendoli e accaparrandosi i soldi dell’incasso. Poi, salendo al primo piano si è accanito contro la porta del laboratorio, il risultato si può vedere dalle immagini di BrindisiReport.it, una porta divelta ed una sala laboratorio inagibile.

scuola Pacuvio - porta laboratorio divelta-2“Vi ripeto, personalmente non so, con i mezzi in mio possesso, come contrastare questo fenomeno. Ogni volta è la stessa storia: quando ci accorgiamo del danno subito, denunciamo prontamente l’accaduto alle forze dell’ordine, che in verità, sono state sempre disponibili ,arrivando a pattugliare l’area negli orari scolastici e non. Ma finisce tutto lì, non potendo identificare gli autori di questi atti incivili”.

“Ne ho viste tante durante gli anni di servizio, e continuo a vederne. So per esperienza che tutto questo si ripeterà in futuro e noi ci sentiremo nuovamente, ed io sarò ancora sconcertata e disillusa” - conclude la dirigente scolastica D’Alò.

Proprio qualche giorno fa, la notte del primo novembre, è stato denunciato un episodio simile, questa volta ad essere presa di mira la scuola media Mameli del comprensorio Paradiso; i vandali hanno distrutto porte e infissi, senza tralasciare gli estintori, completamente svuotati in giro per l’edificio, e causando un danno economico non indifferente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento