Cronaca

Settore ecologia e rifiuti; Lacinio sostituito con Padula

Tra i primi atti adottati dal commissario al Comune di Brindisi, Cesare Castelli, la sostituzione del dirigente responsabile del Settore Ecologia. L'architetto Fabio Lacinio, cui restano la responsabilità dell'Urbanistica e di altri settori, è stato infatti rimpiazzato con l'ingegnere Gaetano Padula

BRINDISI - Tra i primi atti adottati dal commissario al Comune di Brindisi, Cesare Castelli, la sostituzione del dirigente responsabile del Settore Ecologia. L'architetto Fabio Lacinio, cui restano la responsabilità dell'Urbanistica e di altri settori, è stato infatti rimpiazzato con l'ingegnere Gaetano Padula. Non si conosce la motivazione del cambio di funzionari, e le ipotesi vanno da una ragione di opportunità legata alle indagini sfociate nell'arresto del sindaco Mimmo Consales, dell'imprenditore Luca Screti e del commercialista Massimo Vergara, per presunte tangenti elargite da Screti a Consales per agevolare l'attività della Nubile Srl, all'epoca amministrata dall'indagato, nella gestione dell'impianto di Cdr, alla necessità di alleggerire Lacinio dai troppi incarichi.

Gaetano Padula-2In ogni caso, una misura in un certo senso in autotutela, considerato che le indagini sulla gestione dei rifiuti non sono affatto chiuse (oltre a quella sul caso Consales-Nubile ve ne sono altre), e che comunque è aperta anche una crisi strutturale con due discariche bloccate dalle amministrazioni competenti per la vigilanza, quelle di Autigno, pubblica, e quella di Formica Ambiente, privata,  che hanno costretto l'Organo di governo d'ambito della provincia di Brindisi, commissariato mesi fa dal governatore MIchele Emiliano, a ricorrere momentaneamente a discariche di altre province. Lacinio dovrebbe decadere anche dall'incarico nello staff tecnico dell'Oga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settore ecologia e rifiuti; Lacinio sostituito con Padula

BrindisiReport è in caricamento