Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Via del Mare

Recinzione via Del Mare: il Comune blocca i lavori e ordina rimozione opere abusive

La sindaca Angela Carluccio emette ordinanza di sospensione indirizzata al commissario straordinario dell'Autorità portuale: "Il Comune non ha mai autorizzato quei lavori"

BRINDISI – La sindaca Angela Carluccio ha emesso un’ordinanza di sospensione dei lavori di realizzazione di una recinzione in via Del Mare, nell’ambito delle opere di security portuale. Il provvedimento è indirizzato al commissario straordinario dell’Autorità portuale, Mario Valente, che nel corso di una conferenza stampa convocata ieri (19 dicembre) aveva riferito che i lavori di realizzazione della stessa recinzione e dei pilastri su cui verranno montate delle telecamere ad alta risoluzione sarebbero proseguiti come da progetto, in quanto c’era il nulla osta di tutti gli enti coinvolti nell’iter autorizzativo. Oltre alla sospensione dei lavori l’amministrazione comunale ha imposto “l’immediato ripristino dello stato dei luoghi e rimozione delle opere abusive realizzate”. 

“Nell’ordinanza – si legge in una nota del Comune - si sottolinea come il Comune non abbia mai espresso un parere di compatibilità sulla tipologia della recinzione proposta dall’Autorità portuale di Brindisi e che i lavori avviati dalla stessa Autorità portuale non risultino in alcun modo autorizzati o formalmente assentiti da parte del Comune di Brindisi”.

Attraverso l’ordinanza, il Comuna ha ribadito la propria competenza “nell’adozione dei provvedimenti volti alla tutela del territorio e d’altra parte l’esecuzione dei lavori di realizzazione della recinzione, da parte dell’Autorità portuale, in assenza di titolo legittimante”. “Nonostante il 9 novembre scorso il Comune di Brindisi avesse rappresentato all’Autorità portuale l’adozione di un provvedimento, cautelare e urgente, finalizzato alla sospensione dei lavori in via del Mare – si legge ancora nella nota del Comune - è stato rilevato che l’Autorità portuale non ha inteso sospendere i lavori, mettendo in condizione il Comune di adottare una inevitabile ordinanza, dando mandato alla Polizia municipale per gli adempimenti di competenza, ivi compresa la dovuta comunicazione alla Procura della Repubblica”.

Va ricordato che al coro di polemiche suscitato dall’impatto paesaggistico della recinzione e dei piloni si era aggiunta la scorsa settimana anche Legambiente Brindisi, che attraverso una lettera aperta aveva definito i pilastri “orribili” e che “il fitto reticolato ricordava più i campi di concentramento”. Oggi Lregambiente ha reso noto con una lettera aperta il proprio compiacimento per la decisione del sindaco. "Legambiente Brindisi esprime profondo compiacimento per la decisione di emettere l'ordinanza sindacale di sospensione dei lavori che l'Autorità Portuale sta realizzando lungo via del Mare e di ripristino dello stato dei luoghi. Nell'ordinanza si definiscono le realizzande opere prive di autorizzazione urbanistica comunale e quidi "abusive".

"Come Legambiente Brindisi ha già dichiarato, tutte le opere mal giustificate dal circuito unico doganale, vanno sottoposte a verifica tecnica e contabile ed anch'esse andrebbero sospese, da un lato per il grave impatto paesaggistico e dall'altro  perchè la orrenda recizione, non zincata a caldo,  è arruginita in più parti, ciò che  dimostra la pessima qualità dei lavori in corso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recinzione via Del Mare: il Comune blocca i lavori e ordina rimozione opere abusive

BrindisiReport è in caricamento