Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca

Punto ristoro nel Cillarese, il Comune revoca il bando

Passo indietro su richiesta della sindaca: "Necessario un regolamento complessivo per le attività nei parchi". L'avviso era stato indetto il 4 aprile scorso, su istanza del capo di Gabinetto dopo una delibera di Consales. Il dirigente delle Attività produttive lo annulla con determina ma avverte: "Serve pronuncia dell'esecutivo di segno opposto". Intanto tutto pronto per la Pasquetta nel parco

BRINDISI – Dietrofront del Comune di Brindisi sul bando per la costruzione e la gestione del punto ristoro nel parco del Cillarese: l’avviso è stato revocato su richiesta della sindaca Angela Carluccio, a distanza di una settimana dalla pubblicazione, dopo uno scambio di lettere tra il Capo di Gabinetto e il dirigente delle Attività produttive.

Costantino Del Citerna-2La determina con la quale è stata invertita la rotta è stata firmata questa mattina, 11 aprile 2017, da Costantino del Citerna, alla guida della Ripartizione, dopo aver ricevuto una sollecitazione in tal senso dalla prima cittadina. In contrasto con l’input ricevuto dal capo di Gabinetto Nicola Zizzi, per il quale era necessario procedere con bando pubblico dopo la pronuncia in tal senso della Giunta nel 2015, lasciata in eredità dall’Amministrazione Consales e mai smentita. “E’ l’ennesima dimostrazione di quanta confusione ci sia al Comune”, commentano in maniera secca alcuni dei consiglieri di opposizione.

Dagli atti sfornati a Palazzo di città emerge che il primo a sollevare il caso del bando è stato del Citerna: sua è la lettera datata 2 novembre 2016 “per doverosa informativa amministrativa”, nella quale ricordava che l’esecutivo l’11 dicembre dell’anno precedente aveva deliberato “un avviso pubblico di manifestazione di interesse per l’affidamento in concessione di un’area pubblica nel parco cittadino del Cillarese, per la realizzazione di un punto ristoro, destinato alla somministrazione al pubblico di bevande e alimenti”.

Il dirigente scriveva “al fine dare eventuale compiuta attuazione” tenuto conto dell’insediamento della nuova Amministrazione. In altre parole chiedeva se quel bando fosse o meno “in linea gli indirizzi” della nuova gestione affidata ad Angela Carluccio, risultata vincitrice delle elezioni al ballottaggio. A quella nota non risulta esserci stato alcun riscontro. “Al contrario questo ufficio veniva sollecitato dal Capo di Gabinetto perché con urgenza fosse data applicazione alla delibera della Giunta”, si legge nella determina adottata oggi da del Citerna. Il dirigente, di fronte al silenzio della sindaca, ha dato esecuzione al provvedimento dell’esecutivo Consales e in questa direzione si inquadra il bando pubblicato il 4 aprile, in scadenza il 4 maggio.

Angela Carluccio 2-2-4Lo stesso giorno della pubblicazione, arriva la lettera della sindaca: “Egregio dirigente, con la presente le comunico che questa Amministrazione sta lavorando alla redazione di un regolamento che disciplini in maniera organica le attività e l’uso delle aree dei parchi urbani cittadini”, scrive Angela Carluccio. “In ragione di tanto, la determina e il relativo bando si appalesano decontestualizzate rispetto al progetto complessivo già avviato e pertanto si chiede la revoca”.

Per quale motivo l’indirizzo politico è stato reso noto solo a bando pubblicato? Eppure in precedenza il dirigente aveva chiesto alla stessa sindaca cosa fare. Il funzionario, il 5 aprile ha risposto: “Lascia perplessi la nota. Questo ufficio, tuttavia, senza indugio si conformerà all’indirizzo espresso dalla signoria vostra illustrissima richiamando l’attenzione sulla necessità giuridico-amministrativa che lo stesso indirizzo, unitamente al dettaglio delle iniziative già in corso, sia cristallizzato in atto deliberativo giuntale che ponga nel nulla quella del 2015”. In altre parole solo un delibera dell’esecutivo Carluccio potrà sconfessare quella rimasta in piedi dopo la caduta del governo Consales. Ma finora non c’è stata. L’annullamento del bando è arrivato per effetto di una determina.

Nel frattempo il Cillarese ospiterà una serie di eventi per il giorno della Pasquetta, organizzati dallo 0831 in collaborazione con l'associazione Puglia insieme si può, con il patrocinio del Comune: l'ingresso è libero. Ma da più parti ci si chiede in che modo sia stato concesso se non ci sono ancora notizie del regolamento complessivo per la gestione dei parchi e lo svolgimento delle attività, a cui ha fatto riferimento la sindaca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punto ristoro nel Cillarese, il Comune revoca il bando
BrindisiReport è in caricamento