rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca San Pietro Vernotico

Verbale negato a una cooperativa: condannato il Comune di San Pietro

Il Tar ha accolto la domanda di una cooperativa che aveva partecipato a una gara, condannando l'amministrazione "al pagamento delle spese legali e del contributo unificato". "Diniego illegittimo in quanto pretestuoso"

SAN PIETRO VERNOTICO – Sconfitta al Tar per il Comune di San Pietro Vernotico. Il tribunale amministrativo di Lecce ha accolto la domanda formulata da una cooperativa che aveva partecipato a una gara riguardante il servizio di pulizia dei bagni pubblici ed aveva chiesto la consegna di un verbale per valutare la possibilità di proporre ricorso, incassando un diniego (“che appare illegittimo in quanto pretestuoso”, scrive il giudice) da parte dell’amministrazione comunale.

La sentenza nr. 940 con cui il Comune è stato condannato al pagamento delle spese legali e del contributo unificato è stata depositata mercoledì (7 giugno) presso il Tar. Lo si apprende da un comunicato diramato dal consigliere comunale d’opposizione, ex sindaco di San Pietro, Pasquale Rizzo. Da quanto si legge nella nota di Rizzo, il Tar ha scritto che “la richiesta di ostensione degli atti formulata dal legale rappresentante della ‘omissis’ appare assolutamente conforme alla normativa emanata in tema di diritto di accesso di carattere generale, introdotta nell’ordinamento con legge 7 agosto 1990 n. 241 e trova, altresì, ulteriore ragione di accoglimento nella speciale disciplina dettata dall’art. 79, comma 5 del D.lgs. 163/2006".

"Si tratta, infatti - prosegue il giudice - di una richiesta finalizzata all’acquisizione di una messe di elementi indispensabili per potere esercitare compiutamente il diritto della cooperativa ricorrente di impugnare, nella opportuna sede giudiziaria, gli atti della procedura di gara risultati pregiudizievoli per la sua posizione giuridica”.

“Abbiamo impegnato l’avvocato Giudo Massari (dirigente settore Affari legali, ndr) – afferma Rizzo - in un procedimento inutile (e quindi costi), abbiamo subito una condanna e quindi un danno erariale. Mi aspetto ora giudizi risarcitori, se dal documento negato scaturisce un diritto negato”. 

Altro procedimento amministrativo che potrebbe finire in un'aula di tribunale è quello riguardante l’affidamento dei lavori di realizzazione di opere di illuminazione per il Calvario. E’ trapelata un paio di giorni fa, infatti, la notizia della notifica al sindaco di San Pietro, Maurizio Renna, di un avviso di conclusione delle indagini, con l’accusa di abuso d’ufficio, per aver proceduto all’affidamento dei lavori “con la sola autorizzazione verbale” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verbale negato a una cooperativa: condannato il Comune di San Pietro

BrindisiReport è in caricamento