menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'accesso dei disabili alle spiagge libere ora garantito per legge

Il consiglio regionale pugliese ha varato una norma che obbliga i Comuni costieri a rendere fruibile almeno un arenile

Le amministrazioni comunali che gestiscono tratti di costa ora dovranno individuare almeno una spiaggia libera per garantire l’accesso al mare e la possibilità di balneazione alle persone diversamente abili. E cominceranno a farlo con quote dei 300mila euro che la Regione Puglia investirà in questo progetto.

 “Una vacanza al mare?  Dalla prossima stagione estiva in Puglia non sarà più una chimera per le persone con disabilità. È una conquista di civiltà e rispetto”, dice l’assessore regionale all’Industria turistica e Culturale, Loredana Capone, che  commenta la legge appena varata oggi all’unanimità dal Consiglio Regionale, «Norme a sostegno dell’accessibilità delle aree demaniali destinate alla libera balneazione per le persone diversamente abili» con la quale si intende garantire il diritto delle persone diversamente abili alla libertà di accesso e fruizione delle spiagge pubbliche.

“Ora non ci saranno più scuse per non adeguare le spiagge pubbliche. Il diritto a godere pienamente del mare, uno dei patrimoni più importanti per lo sviluppo del turismo in Puglia, sarà esteso a tutti i cittadini. Senza differenze. Con questa legge rendiamo più puntuale un obbligo già previsto da leggi, ordinanze e regolamenti pregressi, ma puntualmente disattesi all’avvio di ogni stagione estiva”.

E la Regione sosterrà, dice ancora Loredana Capone, con uno stanziamento iniziale di 272mila euro, i Comuni costieri, “che dovranno individuare almeno una spiaggia da adibire alla fruizione delle persone diversamente abili, per abbattere le barriere di accesso, predisporre servizi ad hoc e attrezzare i tratti di costa anche con parcheggi riservati. Insomma la Puglia diventa più accessibile a tutti proprio sul mare, uno dei suoi beni preziosi apprezzato anche da tanti turisti di tutto il mondo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento